Caricamento in corso...
17 novembre 2013

"Così non va. In Brasile dobbiamo inventarci qualcosa"

print-icon
alo

Fernando Alonso (Ferrari) quionto al GP degli Stati Uniti (Foto Getty)

Alonso, quinto al traguardo di Austin con la sua Ferrari , non nasconde il rammarico per una gara tutta in salita: "Abbiamo avuto delle difficoltà in partenza. Nella prima parte non eravamo veloci e rovinavamo troppo le gomme"

"Abbiamo avuto delle difficoltà in partenza, sapevamo che era difficile mantenere la posizione e infatti abbiamo perso con Perez, mentre poi abbiamo ripreso Hulkenberg. Ma nella prima parte della gara non eravamo veloci e rovinavamo troppo le gomme. Dopo il pit stop, don le dure siamo stati più competitivi, abbiamo migliorato la nostra prestazione ma era dura, qua era questo il nostro limite e con la Mercedes non abbiamo potuto nulla". Fernando Alonso commenta così il quinto posto ottenuto ad Austin che mantiene però le Ferrari dietro le Mercedes nel Mondiale costruttori.

E in Brasile...
- "Ora andiamo in Brasile per battere la Mercedes ma sappiamo che per qualche motivo che non sappiamo abbiamo fatto qualche passo indietro negli ultimi Gran Premi - sottolinea lo spagnolo nel dopogara -. Facciamo fatica a essere in Q3, ad andare a punti tra i primi 10. Sappiamo che per il Brasile dovremo inventarci qualcosa perché così non basta".

La delusione di Massa - "E' stata un weekend da dimenticare". Felipe Massa racconta con queste parole il tredicesimo posto ottenuto nel Gp degli Usa. "E' stato un fine settimana difficile - spiega il brasiliano della Ferrari - Peccato, si poteva fare molto di più ma nel traffico non avevo il passo per sorpassare".

Tutti i siti Sky