Caricamento in corso...
17 marzo 2014

Ferrari, Allison alza la voce: "Non siamo competitivi"

print-icon
fer

Gioia a metà per James Allison, direttore tecnico della Ferrari, dopo il primo GP: urgono lavori per ridurre il divario con la Mercedes (Foto Getty)

A 24 ore dal debutto stagionale nel GP d'Australia, dove le Rosse hanno chiuso al quarto posto con Alonso e col settimo di Raikkonen, il direttore tecnico avverte i suoi: "C'è molto su cui lavorare, se vogliamo essere all'altezza della Mercedes"

E' già l'ora di mettersi al lavoro, in casa Ferrari, e soprattutto di farlo in fretta, perchè la Mercedes non fa sconti. Il giorno dopo il Gran Premio d'Australia, che ha visto Fernando Alonso chiudere al quarto posto e Kimi Raikkonen al settimo, il direttore tecnico della Ferrari James Allison fa il punto sulle buone e soprattutto sulle cattive notizie provenienti da Melbourne. "L'affidabilità mostrata dalla F14 T è motivo di soddisfazione, ma è chiaro che abbiamo il nostro bel da fare per migliorare la vettura, se vogliamo competere ad armi pari con il team Mercedes. La nostra competitività non è stata accettabile", dichiara attraverso il sito ufficiale della scuderia, "Vari aspetti della monoposto stanno funzionando molto bene. Le partenze e la percorrenza in curva, soprattutto su quelle ad alta velocità sono particolari punti di forza, mentre abbiamo bisogno di lavorare ulteriormente sulla stabilità in frenata e la velocità sui rettilinei".

A Maranello il lavoro procede in maniera incessante, è forse banale ripeterlo, per garantire in tempi brevi la crescita di cui parla Allison: "Con tutte le novità regolamentari del 2014, le opportunità per migliorare queste monoposto sono considerevoli e possiamo aspettarci una gara agli sviluppi tra le varie squadre ancora più intensa del normale".

Tutti i siti Sky