Caricamento in corso...
20 marzo 2014

Squalifica Ricciardo, la Red Bull presenta ricorso alla Fia

print-icon
ric

La Red Bull ha presentato ricorso contro la squalifica di Daniel Ricciardo (Foto Getty)

La scuderia austriaca ha avanzato il ricorso in appello contro l'esclusione del pilota, secondo a Melbourne ma squalificato per avere oltrepassato il limite dei 100 kg di carburante all'ora. Le responsabilità saranno stabilite nelle prossime settimane

La Red Bull Racing ha presentato ufficialmente il ricorso in appello contro la squalifica del suo pilota, l’australiano Daniel Ricciardo, che aveva terminato il Gp di Melbourne al secondo posto. Dopo che la scuderia campione del mondo aveva annunciato l’intenzione di fare ricorso domenica sera a Melbourne, giovedì, poco prima della scadenza del termine di 96 ore, la Fia ha ricevuto formalmente il ricorso.

Ricciardo è stato squalificato per aver oltrepassato il limite dei 100 kg di carburante all’ora fissato dal nuovo regolamento sportivo della federazione automobilistica internazionale, in base al flussometro fornito dalla Fia per misurare il flusso di carburante e limitare la potenza dei nuovi motori turbo V6 ibridi. Adesso la Fia dovrà convocare da tre a cinque giudici per stabilire le responsabilità della Red Bull entro le prossime settimane.

Tutti i siti Sky