Caricamento in corso...
27 marzo 2014

Kimi, la tigre della Malesia: "Voglio migliorare subito"

print-icon
gp_

Stretta di mano tra Rosberg (Mercedes) e Raikkonen (Ferrari). Il GP della Malesia comincia dalla conferenza stampa dei piloti (Foto Getty)

Il finlandese della Ferrari tra i protagonisti della conferenza stampa che anticipa il GP della Malesia : "Non un buon esordio a Melbourne, ma il problema non è il sistema frenante". Rosberg: "Mercedes fantastica"

Con la conferenza stampa dei piloti si apre la quattro giorni del GP della Malesia: domenica, sul circuito di Sepang, si correrà la seconda gara del Mondiale di Formula 1. Caldo (33° gradi), elevata umidità e minacciose nuvole a caratterizzare la lunga vigilia.

Kimi Raikkonen (Ferrari)
- "Il sistema di frenata? Non so come sia uscita la notizia, ma il problema della Ferrari non è questo. Mai detto. E' piuttosto una questione di assetto quello a cui stiamo lavorando. In particolare, puntiamo a migliorare l'anteriore. Non è stato un inizio di stagione ideale e vogliamo risultati migliori, ovvio. Piccoli problemi in diversi settori, ma ora speriamo di ripartire nel migliore dei modi. Ogni circuito è difficile: qui è caldo, umido e ci sono anche gomme diverse. Il rapporto con Alonso? Ne parlate voi media, ma è buono. Non so come andranno le cose a Sepang e se avremo più possibilità di attaccare. Dobbiamo solo aspettare. Impareremo parecchio rispetto alla gara precedente. Dove siamo ora? Allo stesso punto dello scorso anno, direi". (VIDEO)

Nico Rosberg (Mercedes)
- "In Australia una partenza super, una vittoria fantastica. Il team ha fatto un gran lavoro con le nuove regole. Stupendo arrivare primo all'esordio. In questo modo mi sono goduto al massimo anche una piccola vacanza arrivata subito dopo Melbourne. A Sepang sarebbe grandiosa una battaglia tra Mercedes. Ci aspettiamo di fare un'altra ottima prestazione. I cambiamenti nel Mondiale? La macchina è super, gli avversari in agguato". (VIDEO)

Pastor Maldonado (Lotus)
- "E' trascorso un inverno complicato. Ci sono difficoltà, ma nulla d'impossibile da risolvere. Abbiamo bisogno delle libere e della qualifica per fare dei long run e capire qual è il nostro stato. In Australia abbiamo fatto più di 30 giri con entrambe le vetture, cosa che non era accaduta nei test. E' tutto nuovo per noi, serve più tempo per esplorare la macchina. Le sensazioni, nonostante tutto, sono buone. Le cose cambiano alla svelta nella Formula 1 e noi puntiamo a migliorare con la stessa velocità". (VIDEO)

Valtteri Bottas (Williams)
- "La mia gara in Austalia è stata movimentata. Eppure dobbiamo ritenerci soddisfatti. Ci sono già dei punti in classifica, il doppio di quanto ottenuto lo scorso anno. E poteva anche andare meglio. Le nuove macchine hanno meno aerodinamica, ma sono divertenti". (VIDEO)

Daniil Kvyat (Toro Rosso)
- "Esordio positivo, il decimo è un buon piazzamento. D'altra parte è chiaro che vogliamo di più per il futuro. In Malesia fa molto più caldo e dovremo cercare di capire come affrontare la sfida. Anche se, in fondo, non considero il clima un grande problema". (VIDEO)

Kamui Kobayashi (Caterham)
- "Bello tornare in Formula 1, mi è mancata molto. Una grande emozione guidare con i piloti migliori. Quanto al GP dell'Australia, beh, l'inizio non è stato buono. Però non è dipeso da un mio errore, bensì del sistema frenante: la macchina non si fermava in nessun modo. Mi spiace per Felipe Massa, non volevo che la sua gara finisse così, dopo il contatto con la mia Caterham. Eccitante il weekend che sta per arrivare, perché è il nostro GP di casa. Ci sono molti tifosi qui". (VIDEO)

Tutti i siti Sky