Caricamento in corso...
30 marzo 2014

Correva l'anno: Yoong, nel 2002 un pilota malese a Sepang

print-icon
ale

Alex Yoong è stato il primo e unico pilota malese a correre in Formula 1 (Foto Getty)

IL PERSONAGGIO. Dodici anni fa, per la prima e unica volta, un driver di casa corse nel Gran Premio di Malesia . Un'esperienza sfortunata per una “meteora” della F1 , ecco la sua storia

di Roberto Brambilla

Correre un Gran Premio di Formula 1 in casa è il sogno di tutti. Soprattutto se il tuo paese è la Malesia, una nazione senza grande tradizione motoristica. Alex Yoong è l'unico ad averlo realizzato . Era il 17 marzo 2002 e l'allora pilota della Minardi disputò il GP sul circuito di Sepang. Si ritirò al 29° giro ma entrò a suo modo nella storia. Ecco il racconto di una meteora della F1 che fu anche compagno di Fernando Alonso.


Un pilota precoce– Alex, nato a Kuala Lumpur nel 1976 da papà malese di origine cinese e madre inglese, con la passione dei motori ci è cresciuto. Genitori appassionati (si racconta che regalarono al figlio una Kawasaki 50 da motocross per il suo compleanno) e interessati con il padre Hanifah che diventa nel 1988 il direttore del circuito malese di Shah Alam, dove tra il 1991 e il 1997 si sono corsi alcuni Gp del Motomondiale. Una strada segnata con Alex, a 15 anni e 6 mesi diventa il più giovane pilota della storia della Malesia.

Dalle vetture turismo alla Formula Nippon – Dal momento in cui comincia a correre in maniera professionale (imparò più o meno da autodidatta correndo con la Honda Civic del padre sul circuito di Shah Alam) Alex, che aveva anche un promettente futuro come sciatore d'acqua, non si ferma più. Tra Asia ed Europa gareggia in molte formule minori, tra cui la F3 inglese, la F3000 italiana e la Formula Nippon, concedendosi anche qualche escursione extra-paddock come la consulenza per un film di Jackie Chan sui motori.

Da Kuala Lampur a Faenza – La grande occasione per Alex arriva nel 2001 a 25 anni dalla Minardi. La scuderia italiana, allettata anche dallo sponsorizzazione della Magnum Corporation portata in dote dal malese, lo mette sotto contratto nel team che ha come prima guida un giovanissimo Fernando Alonso. Il suo esordio, al posto del brasiliano Tarso Marques, è nel GP d'Italia a Monza. Un week end falcidiato dai problemi al cambio e che si conclude con un ritiro. Come la gara successiva a Indianapolis, mentre a Suzuka, in Giappone Yoong passa 16simo sotto la bandiera a scacchi.



2002, Quasi a punti in Australia, sfortuna in casa-
Dopo il finale di stagione Alex inizia la sua seconda stagione in F1 in Australia. E a Melbourne ottiene il miglior risultato della carriera , settimo a un solo posto dalla zona punti. Ma è un acuto che non si ripete. A Sepang in casa mette insieme un week end difficile. 22° e ultimo in qualifica, dietro al compagno di squadra Mark Webber, lo supera alla prima curva e si mette dietro anche la Jaguar di Irvine. Ma la sua gara durerà solo 29 giri, quando si ritirerà per un problema al cambio. Dopo quella gara ne finirà solo 3, ritirandosi 5 volte in gara, non raggiungendo il tempo di qualificazione in altre 3. Alla fine della stagione la Minardi non gli rinnoverà il contratto e lui proseguirà la carriera tra A1 Gran Prix, Formula Le Mans e gare per vetture turismo.

Tutti i siti Sky