Caricamento in corso...
03 aprile 2014

Schumacher, c'è speranza. La Kehm: "Segnali incoraggianti"

print-icon
keh

Sabine Kehm, portavoce di Schumacher, all'esterno dell'ospedale di Grenoble (Foto Getty)

A 94 giorni dall'incidente sugli sci a Meribel, che ha costretto l'ex campione della Ferrari al coma farmacologico, la portavoce del pilota attraverso il quotidiano "Bild" conferma: "Posso solo dire ancora una volta: ci sono sensibili miglioramenti"

Piccoli segnali di miglioramento per Michael Schumacher. La buona notizia arriva dalla manager dell’ex pilota tedesco, Sabine Kehm, che al quotidiano "Bild" parla di "segnali incoraggianti" in merito alle condizioni di Schumi, ricoverato a Grenoble dallo scorso 29 dicembre dopo la caduta mentre sciava sulle nevi di Meribel.

Sabine Kehm ha anche smentito l’indiscrezione del suo possibile trasferimento nell’abitazione dove risiede la famiglia, in Svizzera. "Posso solo dire ancora una volta: ci sono segnali che ci incoraggiano". Sabine Kehm, manager del campione di Formula 1, viene citata con queste parole dal tabloid tedesco Bild. Ci sarebbero “sensibili miglioramenti” nelle condizioni del pilota che dall’incidente sciistico del 29 dicembre giace in coma farmacologico.

Tutti i siti Sky