Caricamento in corso...
04 aprile 2014

Schumacher, la Kehm: "Segnali di coscienza e risveglio"

print-icon

A distanza di quasi 100 giorni dall'incidente sciistico a Meribel, secondo la manager l'ex pilota della Ferrari avrebbe mostrato progressi: "Insieme all'ospedale di Grenoble gli siamo accanto in questa battaglia. Continuiamo ad essere fiduciosi"

(Nel video d'apertura, l'inviato Antonio Boselli commenta le reazioni alle ultime notizie su Schumi dal Bahrain)

A distanza di 95 giorni dall'incidente dall'incidente sciistico a Meribel, Michael Schumacher avrebbe mostrato segnali di risveglio. La conferma arriva dalla storica portavoce, Sabine Kehm, che ha rivelato in un comunicato alla Bild come il pilota tedesco avrebbe mostrato progressi nella coscienza e nel risveglio.

"Michael sta facendo progressi. Mostra momenti di coscienza e di risveglio", dice la Kehm in un comunicato. Schumi, 45 anni, è in coma farmacologico da oltre 3 mesi. “Con lo staff dell’ospedale di  Grenoble, siamo accanto a lui in questa lunga e difficile battaglia.  Continuiamo ad essere fiduciosi”, ha aggiunto la manager senza fornire ulteriori dettagli.

Tutti i siti Sky