Caricamento in corso...
29 giugno 2014

Ferrari verso Silverstone: cosa è cambiato e cosa cambierà

print-icon
alo

Il box di Fernando Alonso allo Spielberg (Foto Getty)

ANALISI TECNICA . Mono-pilone, deflettore laterale e cofano motore. Le novità viste in Austria e quelle che potrebbero essere portate nella prossima tappa del Mondiale : così la Rossa proverà a ridurre il gap dalle Mercedes in fuga. Tutti i dettagli grafici

di Antonio Granato

E' una Ferrari che sta cercando con tutte le sue forze di recuperare il gap con la Mercedes e tornare ad essere competitiva e protagonista in questo 2014. Per capire il momento della Rossa, analizziamo cosa è stato portato in Austria e cosa, invece, potremmo vedere o rivedere in Inghilterra dal 4 al 6 luglio (guida al circuito).

Mono-pilone e flap posteriore -
In Austria sono stati molti gli aggiornamenti che hanno dato vita ad nuovo step evolutivo sulla F14-T. E' stato riutilizzato il mono-pilone di sostegno del flap posteriore: una soluzione che, dato il singolo elemento di fissaggio, disturba meno i flussi che scorrono sotto il flap e all'interno dell'alettone posteriore. (foto, dettaglio 1)

"Brake-duct" - Allo Spielberg, inoltre, sono stati installati sulla Ferrari F14-T dei nuovi "brake-duct" posteriori. Elementi della macchina che tutti i tecnici dei vari team stanno sviluppando e trasformando in veri e propri dispositivi aerodinamici. Qui, sui condotti dei freni posteriori, sono stati aggiunti due ulteriori elementi orizzontali nel tentativo di ricavare più carico aerodinamico possibile sull'asse posteriore della vettura. (foto, dettaglio 2)



Deflettore laterale -
Nuovo anche questo. Una soluzione che rivede totalmente la gestione dei flussi lungo le fiancate della F14-T. Grazie a questo elemento più ampio e più distante dalle fiancate nella parte bassa, si è cercato di aumentare la quantità di aria che scorre lungo le pance, e di "pettinare" in modo migliore i flussi prima che arrivino nella zona posteriore della vettura, area di fondamentale importanza per l’efficienza della monoposto. (foto, dettaglio 3)

Cofano motore -
Infine, il cofano motore. In Austria è stato portato nuovamente un elemento allungato e rastremato. Di fatto migliorato rispetto a quello di Montréal. Soluzione, questa volta, utilizzata sia in qualifica che di conseguenza in gara. Tale novità garantisce una migliore resa aerodinamica ma penalizza in parte il raffreddamento del motore, problema che in Austria non si è presentato e che, quindi, ha permesso l’utilizzo di una soluzione più "estrema". (foto, dettaglio 4)

Verso Silverstone - Molto probabilmente tutte queste soluzioni le rivedremo a Silverstone, pista sulla quale occorre un elevato carico aerodinamico. Carico che sembra essere incrementato proprio da queste nuove soluzioni. E allora non sarà un problema utilizzare ancoera il cofano rastremato, poiché le temperature non dovrebbero essere troppo alte: max.18C° - min. 10C°, stando alle previsioni atmosferiche (vai a Sky Meteo24). Anche le altre soluzioni sembrano aver funzionato correttamente, tanto che, dopo averle provate nelle sessioni di libere, sono state approvate per qualifica e gara.

Tutti i siti Sky