Caricamento in corso...
10 luglio 2014

Nurburgring '85: quando Alboreto accarezzò il sogno mondiale

print-icon
alb

Michele Alboreto, ultimo italiano a vincere nel GP di Germania

La vittoria del ferrarista, ultimo italiano ad esserci riuscito, sembrava aprirgli le porte al successo iridato. Sul circuito tedesco , il milanese corse una delle gare più belle della sua carriera. Ma a fine stagione il titolo finì nelle mani di Prost

di Gianluca Maggiacomo

Quella nel GP di Germania del 1985 è stata la sua vittoria più bella. Michele Alboreto che taglia il traguardo davanti a tutti, semina gente del calibro di Alain Prost e Niki Lauda e balza in testa alla classifica del mondiale. Era il 4 agosto. Sono passati 29 anni da quel successo dell’ex pilota della Ferrari sul circuito tedesco. È da allora che un italiano non sale sul gradino più alto del Nurburgring.

Pronti, via -Alboreto nel GP di Germania corse una gara arrembante. Fatta di sorpassi azzardati e piede costantemente piaggiato sull’acceleratore. Il pilota milanese non era favorito, ma, in quel momento, aveva una macchina che andava (la 156-85) e lui la sfruttò in tutte le sue potenzialità. Partiva 8° in griglia, il numero 27. Ma impiegò poco a scalare posizioni e a insidiare i colleghi in testa fino ad infilarli.



La vittoria di Alboreto al Nurburgring fu avvantaggiata da un problema accusato da Prost nel pieno della corsa. Il francese arrivò al traguardo con quasi 11 secondi di ritardo: subì una sconfitta bruciante che, secondo molti, all’epoca, poteva risultare determinante per la stagione. Mai previsione fu così sbagliata.



La stagione - Quel mondiale era Prost contro Alboreto. Per buona parte dell’anno i due si diedero battaglia GP dopo GP. In Germania il ferrarista balzò avanti in classifica. Poteva essere un tassello fondamentale per il titolo. E invece, da qual momento in poi, la Rossa cominciò ad andar male. Guasti tecnici, disse Maranello. Fatto sta che Prost prese il largo e portò a casa il mondiale. Alboreto si dovette accontentare del secondo posto a -20 punti dal rivale. Fu la fine di un sogno.

Tutti i siti Sky