Caricamento in corso...
25 luglio 2014

Il Circus fa il tagliando: così stanno i team al giro di boa

print-icon
f1.

Il Mondiale è arrivato al giro di boa. E' tempo per fare un piccolo bilancio (Foto Getty)

A metà stagione tracciamo un piccolo bilancio sullo stato di salute delle squadre che corrono per il Mondiale . Risultati, punti e differenze: ecco cosa ne è venuto fuori. Indicazioni buone anche per il FantaGP

Mentre i piloti scaldano i motori per il GP d’Ungheria, diamo uno sguardo a come i team si sono comportati nella metà stagione appena trascorsa. La Mercedes fa un campionato a sé. Poi ci sono gli altri. La sorpresa è la Williams, soprattutto grazie a Valtteri Bottas e al suo exploit. La Ferrari è indietro. Idem la Red Bull. Ancor peggio dello scorso anno la McLaren.

Mercedes – Le sue monoposto sono una spanna sopra tutte le altre. A Stoccarda sono pronti a festeggiare l’accoppiata iridata (piloti-costruttori). Resta solo da capire se il prossimo campione del mondo sarà Nico Rosberg o Lewis Hamilton.

Red Bull – Non l’anno ideale, ma se lo aspettavano. Sebastian Vettel soffre. Fortuna che c’è Daniel Ricciardo che, per le sue caratteristiche di guida, è quello che sta portando più linfa alla scuderia austriaca.

Williams – Nel 2013 il team britannico ha portato a casa solo 5 punti. Ora, a metà stagione, è terzo a quota 121. I numeri parlano chiaro. Il segreto? Il motore Mercedes.

Ferrari – La F14T ha reso al di sotto delle aspettative. Certo, Fernando Alonso è, assieme a Nico Hulkenberg, l’unico pilota ad essere andato sempre a punti, ma questo non può bastare per salvare la prima parte di stagione della Rossa.

Force India – In quattro mesi di gare ha messo insieme 21 punti in più dell’intero anno passato. Merito soprattutto di Nico Hulkenberg e di un motore che sfrutta lo sviluppo Mercedes.

McLaren – Un inizio stagione da dimenticare. Il prossimo anno si riparte con un nuovo motore (Honda). Un ritorno al passato per guardare avanti.

Toro RossoViaggiano a 15 punti e si coccolano il baby Daniil Kvyat. Sarà lui il prossimo a seguire le orme di Ricciardo e Vettel verso la casa madre?

Lotus – Rispetto allo scorso anno sembra passato un secolo. Enstone arranca e non poco. I problemi che si erano manifestati alla fine della passata stagione sono arrivati fino ad ora.

Marussia -  Nel 2014 è andata per la prima volta a punti nella sua storia. Il saldo è positivo.

SauberProblemi economici, ritardo ed errori nella progettazione. Risultato? Zero punti.

Caterham – Il solito fanalino di coda. Il team verde è ormai abituato allo zero nella casella punti conquistati. Nessun problema, almeno pare.

Tutti i siti Sky