Caricamento in corso...
24 luglio 2014

GP Ungheria, Alonso: "Con Kimi lavoriamo molto insieme"

print-icon
alo

Fernando Alonso al telefono all'Hungaroring (Foto Getty)

Il pilota spagnolo racconta di come la Mercedes sia una fonte di motivazione: "Ci spinge a fare un lavoro molto migliore per il futuro". Raikkonen: "Fiducia nella Ferrari: nel 2015 torneremo in alto"

Fernando Alonso, appena quattro giorni dopo aver parlato con i giornalisti del duello con Daniel Ricciardo che ha fatto divertire tutti a Hockenheim, è tornato davanti ai media per il tradizionale meeting del giovedì che apre il fine settimana del Gran Premio di Ungheria.

Quante "sorprese" - Il punto di vista dello spagnolo sul weekend che si avvicina è stato come al solito piuttosto analitico: "Ovviamente la vettura sarà identica a quella di Hockenheim, dal momento che ci sono stati solo quattro giorni di tempo tra le due gare e che la pista non dovrebbe essere molto adatta a noi perché richiede molta trazione" - ha iniziato il pilota della Scuderia Ferrari - "d'altro canto, c'è da dire che ad ogni gara in questa stagione ci sono state un po' di sorprese. Su alcuni circuiti nei quali ci aspettavamo di essere competitivi lo siamo stati meno, su altri è successo l'opposto, quindi ci avviciniamo a questo weekend con spirito positivo e vediamo qual è il risultato finale".

Sulla Mercedes - Con il campionato che ora si ferma per la pausa estiva, ad Alonso è stato chiesto che cosa l'abbia sorpreso maggiormente fino a questo punto della stagione. "Probabilmente la Mercedes ha sorpreso tutti - ha commentato lo spagnolo - fin da quando eravamo a Jerez e poi in Bahrain per i test con queste nuove vetture dalla tecnologia così complessa, tutti facevamo fatica mentre loro erano già sostanzialmente a posto. Su nove gare ne hanno vinte otto e sono sempre stati in prima fila, quindi probabilmente questa è la vera sorpresa della stagione. Per noi Mercedes è anche una fonte di motivazione perché ci spinge a fare un lavoro molto migliore per il futuro. Abbiamo fatto dei progressi, ma dobbiamo riuscire ad affrontare e risolvere i problemi e provare ad arrivare al loro livello". Per quanto riguarda la relazione lavorativa con Kimi, Alonso ha spiegato: "Di certo io e Kimi lavoriamo molto insieme e tutte le riunioni quest'anno sono abbastanza lunghe perche' abbiamo molte cose di cui discutere dopo le gare - ha detto - diamo costantemente le nostre indicazioni e i nostri suggerimenti in base a quello che vediamo in pista per cercare di aiutare gli ingegneri a trasferire più informazioni possibili a Maranello e a tradurre le nostre indicazioni in idee da apportare sulla vettura. Non c'è stato, dunque, un grande cambiamento rispetto al lavoro che ho fatto in passato con Felipe o con altri compagni di squadra".

Tutti i siti Sky