Caricamento in corso...
02 ottobre 2014

Alonso: farò il bene della Ferrari. Vettel: futuro? Non so

print-icon

Alla vigilia del Gran premio di Suzuka il pilota spagnolo non si sbilancia sulle voci che lo vogliono lontano da Maranello: "Lavoro 365 giorni l'anno per il team". Il tedesco suo possibile sostituto: "Le voci? Ci sono sempre"

Da settimane ci si interroga sul suo futuro in Ferrari, Fernando Alonso prova a non sbilanciarsi sulle voci che lo vogliono lontano da Maranello: "Non è che vivo su Marte, conosco questi rumour. C'è questa tempesta ma quello che vogliamo e dobbiamo fare è trovare un'armonia e lottare in pista, che è quello che siamo venuti a fare qui, e battere le Williams. Questa è la prima priorità".


Al futuro Fernando penserà dopo - “Tutto quello che farò, lo farò per il bene della Ferrari, per amore della Ferrari - ha aggiunto lo spagnolo - la Ferrari mi ha sempre mostrato il suo supporto ed entrambe le parti facciamo il massimo per difendere questo marchio. Io mi sacrifico tutti i weekend, vivo 365 giorni all'anno per la mia squadra e per rendere al massimo tutte le domeniche. Qualche volta si vince, qualche volta no perché uno sport. Certo, quando sei in Ferrari la pressione è maggiore quando non si vince ma adesso dobbiamo ritrovare l'armonia che si è persa".


Vettel in Ferrari? – Le voci danno come sostituto di Alonso il tedesco Sebastian Vettel. In conferenza stampa a Suzuka, anche lui non si è spinto oltre: “I rumors sul mio futuro ci sono sempre state delle voci, soprattutto negli ultimi anni in questo periodo  della stagione. Non è qualcosa che ho in mente, vengo da Singapore  dove con la Red Bull ho fatto dei progressi, sono concentrato su questo", il campione del mondo di F1 Sebastian Vettel risponde così in conferenza stampa a Suzuka a una domanda sul suo futuro che in molti danno in Ferrari.

Stagione poco brillante -
Il pilota tedesco ha poi spiegato l'inizio di stagione poco brillante della Red Bull e i miglioramenti nelle ultime settimane con il secondo posto conquistato a Singapore: "Si tratta di tanti piccoli dettagli che stiamo mettendo insieme, nella prima parte della stagione ci sono stati diversi problemi in pista e non è facile mettere a posto le cose ma siamo stati costanti ed ora la situazione sta migliorando, abbiamo un potenziale enorme che stiamo per realizzare ma c'è ancora molto  lavoro da fare". Sulla possibilità di salire sul podio nel Gp del Giappone che si correrà domenica Vettel è ottimista: "Penso di sì, questo circuito storicamente si addice a me e alla mia macchina, spero saremo forti  come a Singapore, qui c'è una atmosfera che mi piace molto – ha concluso il tedesco che poi parla della possibile penalità-. Sappiamo che prima o poi arriverà e che perderà 10 posizioni in griglia, sono le regole ed è una conseguenza del pessimo inizio di stagione".

Button: il mio futuro? Presto - "Il mio futuro sarα deciso presto". Non  si sbilancia Jenson Button in conferenza stampa a Suzuka rispondendo a una domanda sulla sua permanenza o meno nella scuderia inglese per il 2015. Il pilota britannico, campione del mondo nel 2009, si è poi detto  fiducioso sulla possibilità di far parte ancora del circus anche per la prossima stagione: "Non so rispondere con precisione, non posso ancora dire nulla riguardo al contratto". Secondo le voci che si  rincorrono il futuro in McLaren di Button sarebbe legato a quello del  ferrarista Fernando Alonso che potrebbe prendere il posto del  britannico nel caso di approdo a Maranello di Sebastian Vettel.

Tutti i siti Sky