Caricamento in corso...
09 ottobre 2014

Da Sepang a Sochi: la geografia della F1 cambiata in 15 anni

print-icon
soc

La pianta del circuito cittadino di Sochi su cui si correrà il GP di Russia

Sei volte nel Mondiale sono state introdotte nuove tappe. Quindici anni fa è stata la volta della Malesia, poi Bahrain e Cina. Ora tocca alla Russia il battesimo con le quattro ruote

La novità del calendario 2014 della Formula 1 è il GP di Russia. Si correrà a Sochi, su un circuito nuovo di zecca e costruito in una località che, ultimamente, è stata al centro delle cronache sportive per aver ospitato le Olimpiadi invernali. Negli ultimi 15 anni, il GP di Russia è la sesta new entry nel programma della F1. Dalla Malesia ad Abu Dhabi, passando per Cina e Bahrain. Gare che si svolgono in Paesi emergenti, e non solo, che portano soldi e pure polemiche.

Le prime volte di questi GP-novità, dal punto di vista sportivo non hanno portato tante sorprese. Due volte su cinque ha vinto chi era in testa al mondiale. Tre chi inseguiva. Una notizia agro-dolce per il leader della classifca, Lewis Hamilton. Una speranza per il suo antagonista, Nico Rosberg.

Malesia 1999 – La prima a Sepang, nel 1999, si tinse di rosso Ferrari. L’eroe di giornata fu Eddy Irvine, leader della classifica. Il nord irlandese portò a casa il primo posto grazie al gioco di squadra, con Schumacher che lo lasciò passare prima della bandiera a scacchi. Peccato che non servì a nulla: il mondiale lo vince Mika Hakkinen sul filo di lana.

Bahrain 2004 – A Manama il battesimo fu nel nome di Schumacher. In quella stagione il tedesco fu imprendibile. Vinse in Bahrain da leader del mondiale e a fine stagione portò a casa il titolo iridato.

Cina 2004 – Dieci anni fa, la prima volta anche in Cina. Successo di Rubens Barrichello, su Ferrari. Una vittoria dovuta anche alla qualifica da dimenticare di Schumacher, leader del mondiale, che partì dalla pit-lane. Il brasiliano, secondo in classifica, rosicchiò un po’ di terreno al compagno di team, ma non abbastanza da impensierirlo.

Singapore 2008 – Sull’esordio nel Circus di Singapore, invece, c’è la firma di Fernando Alonso, allora alla Renualt. L’asturiano si impose grazie a una gara di recupero (e favorita dalla safety car) e riuscì a far meglio del leader del mondiale Lewis Hamilton, 3°. Un successo, però, che non aveva nessuna valenza per il titolo, visto che Nando era lontano dalla vetta.

Abu Dhabi 2009 – Prima di Sochi, l’ultima novità è stata la gara di Yas Marina, cinque anni fa. Vinse Sebastian Vettel, secondo in classifica generale, lasciando al neo-campione del mondo Jenson Button “solo” il terzo posto.

Tutti i siti Sky