Caricamento in corso...
04 ottobre 2014

Vettel: "Ho seguito il cuore", Alonso: "Nulla è cambiato"

print-icon

Da Suzuka il tedesco spiega i motivi del divorzio dalla Red Bull , con il conseguente approdo in Ferrari: "Sentivo il bisogno di cambiare". Il Team Principal Horner: "Dalla Ferrari offerta allettante". Fernando: "Anno sabbatico? Perchè no..."

Ora che l'addio di Sebastian Vettel dalla Red Bull è ufficiale, dal Giappone arrivano le prime reazioni dei protagonisti. "Volevo fare qualcosa di nuovo, ne sentivo il bisogno, così ho deciso di cambiare. Non posso dire
nulla delle mie scelte future, ma sono contento", le parole del diretto interessato. "Non è stata una decisione facile: nel team sto bene e la mia scelta non riguarda i risultati di questa stagione. Ho deciso di seguire il cuore. Un team italiano? Quando ci stavo mi trovavo bene", ha concluso riferendosi alle due stagioni alla Toro Rosso.

Alonso: "Sto ancora pensando" - Nessuna novità, invece, sul futuro di Fernando Alonso: "Le mie scelte le farò sapere al momento opportuno. Nulla è cambiato da giovedì, ci sto ancora pensando. Ci sono delle opzioni, bisogna capire che dall'esterno si vedono alcune cose, ma all'interno è molto diverso". "Da due o tre mesi avreste dovuto cominciare a capire in che direzione vado. Quando ve lo dirò capirete meglio", conclude lo spagnolo.



Horner: "Offerta allettante" -
A fare il punto sulla situazione è anche il Team Principal Red Bull, Christian Horner: "Sebastian ci ha avvisato venerdì. Vogliamo ringraziarlo calorosamente per il ruolo incrollabile che ha giocato per la Red Bull da sei anni. Ovviamente la Ferrari gli ha fatto un'offerta molto allettante". "Alonso? Non abbiamo mai pensato a lui. E' un pilota straordinario, ma la nostra filosofia prevede investimenti sui giovani. Con Daniil, chiamato per sostituire un talento, si apre una nuova era per la Red Bull".



Dennis: "La McLaren non ha firmato con Alonso" -
Ron Dennis, Ceo della McLaren, commenta le voci sull'arrivo di Fernando Alonso: "Non abbiamo firmato un contratto con alcun pilota. Non è la nostra priorità". Restano in bilico i due attuali piloti, Kevin Magnussen e Jenson Button: "Non si trovano nella posizione ideale, ma questa è la realtà e loro lo capiscono".

Tutti i siti Sky