Caricamento in corso...
06 ottobre 2014

Bianchi in condizioni critiche, non respira in autonomia

print-icon

IL VIDEO. Gravi ma stabili le condizioni del pilota della Marussia vittima di un grave incidente a Suzuka. Smentite le voci su un secondo intervento. La famiglia chiede riserbo, i genitori sono arrivati in Giappone



Jules è grave ma stabile - Sono gravi ma stabili le condizioni di Jules Bianchi. A comunicarlo è il portavoce FIA. I genitori del pilota parleranno nelle prossime ore con i dottori. Il responsabile stampa della Fia, Matteo Bonciani, ha spiegato di parlare su richiesta dei genitori, che "non si sentono di parlare con la stampa. Comprendete, è molto, molto grave", ha aggiunto Bonciani rivolgendosi ad alcuni giornalisti in attesa all'esterno dell'ospedale dove sono giunti i genitori di Jules Bianchi. Quanto riferito dall'addetto stampa Fia non si può definire un bollettino medico, che l'ospedale non ha ancora diffuso, in attesa dell'arrivo di Philippe e Christine Bianchi. Solo martedì mattina, nella notte italiana, i due potranno parlare con l'equipe che sta curando il figlio e quindi probabilmente solo in seguito potrebbe essere deciso di dare notizie mediche ufficiali. Martedì mattina dovrebbero arrivare anche il manager del pilota, Nicolas Todt, figlio del presidente della Fia, Jean, e il professor Gerard Saillant, chirurgo e fondatore dell'Istituto del Cervello, che ha seguito anche Michael Schumacher per il grave trauma cranico subito nella caduta sugli sci dello scorso 30 dicembre sulle nevi francesi di Meribel.

Uno solo l'intervento chirurgico - Dal Mie General Hospital di Yokkaichi non filtra alcun aggiornamento ufficiale sulle condizioni del pilota della Marussia vittima di un grave incidente a Suzuka durante il Gp del Giappone. Bianchi è stato sottoposto a un solo intervento chirurgico e non ha mai respirato in autonomia. Fin dalla sua corsa in ospedale in ambulanza, il driver francese è stato ventilato. Come detto, non è previsto alcun comunicato ufficiale da parte dell'ospedale giapponese. Jules Bianchi resta dunque in terapia intensiva dopo l'intervento chirurgico di circa tre ore: il pilota, secondo i media nipponici, non sarebbe in grado di respirare senza l'ausilio di macchinari.
Anche il team emana una nota - "Abbiate pazienza e comprensione". La Marussia spiega il suo silenzio in merito allo stato di salute di Jules Bianchi. In una nota, il team di Formula 1, ringraziando "il grande sostegno e affetto per Jules e la squadra in questo momento molto difficile", sottolinea che "in merito alla comunicazione di informazioni relative alle condizioni di Jules, noi rispetteremo, e da questi saremo guidati, i desideri della famiglia Bianchi".

"Tu sei il mio campione. Tu sei il più forte". E' il tweet della fidanzata di Bianchi Camille Marchetti che ha concluso con le immagini di un cuore e di due mani giunte in preghiera.

Tutti i siti Sky