Caricamento in corso...
06 novembre 2014

Rosberg avverte Hamilton: "Può succedere ancora di tutto"

print-icon

Il tempo per cambiare il finale della stagione non è scaduto: i 24 punti di vantaggio del compagno di scuderia non spaventano il pilota tedesco, che resta fiducioso alla vigilia del Gran Premio del Brasile. Massa: "Amo questo circuito, punto al podio"

Nonostante le ultime prove deludenti (non vince dal Gran Premio della Germania del 20 luglio), Nico Rosberg non perde il sorriso e soprattutto la carica: "E' chiaro che devo confidare nel fatto che accada qualcosa, per me ora non basta più vincere", ammette il tedesco della Mercedes in conferenza stampa, "Ma nello sport può succedere di tutto e sono ancora molto ottimista". Hamilton ha affermato che la gara di Spa, dove è stato costretto al ritiro per essere stato speronato proprio da Rosberg, è stato il momento della svolta nella sua stagione e che quell'episodio è stato per lui come "una dichiarazione di guerra". "Io non credo che sia  cambiato nulla, è stata una battaglia intensa finora e lo continuerà  ad essere", ha commentato Rosberg.

Massa all'inseguimento delle Mercedes -
"E' una pista fantastica per me, dove ho trovato due vittorie e tre pole-position, non vedo l'ora di affrontare il tracciato e lottare per il podio": queste le parole con cui il padrone di casa, Felipe Massa, lancia il duello a Rosberg e Alonso. "Dai primi test ad oggi è cambiata  completamente l'organizzazione e la mentalità del team, possiamo fare due ottime gare fino alla fine del campionato per impostare positivamente la stagione nel 2015", aggiunge il pilota brasiliano.


Sauber, per il 2015 c'è Nasr - Ormai è deciso: sarà Felipe Nasr il pilota titolare della Sauber nel 2015. "Volevo essere un pilota di questa scuderia, è un sogno che si realizza. Come Felipe Massa e Kimi Raikkonen, voglio debuttare in F1 alla Sauber e questa sarà una buona opportunità per fare progressi", le prime parole del 22 brasiliano.

Tutti i siti Sky