Caricamento in corso...
30 dicembre 2014

"Bianchi non è cosciente ma respira autonomamente"

print-icon
fam

La famiglia di Bianchi ha aggiornato i fans sulle condizioni di salute del figlio. Che restano stabili (Getty)

In un comunicato la famiglia del pilota rimasto coinvolto in un incidente durante il Gran Premio di Suzuka dello scorso mondiale di Formula 1, aggiorna sulle condizioni di salute di Jules: "Il suo stato neurologico rimane invariato"

"Lo stato neurologico di Jules rimane invariato. Non è cosciente ma è in grado di respirare autonomamente. Jules continua a lottare". I genitori di Jules Bianchi, Philippe e Christine, hanno pubblicato una nota per fare il punto sulle condizioni del pilota francese, ricoverato in gravissime condizioni a Nizza dopo il terribile incidente avvenuto ad ottobre nel Gp del  Giappone. "Ha ricevuto le migliori cure" - "Ci avviciniamo alla fine di un anno difficile per la nostra famiglia, vogliamo cogliere l'occasione per fornire informazioni relative al quadro clinico di Jules", scrivono i genitori del driver. "Per noi è stato significativo e confortante, il mese scorso, riportare Jules in Francia per consentirgli di proseguire la riabilitazione vicino alla sua famiglia e ai suoi amici. Questo è molto importante per Jules e per noi. Da quel momento, Jules ha ricevuto le migliori cure nel reparto di terapia intensiva del Centro ospedaliero universitario di Nizza e ora al Centro di riabilitazione specializzato in questo tipo di traumi", prosegue la nota.

"Continua a lottare"- Ci conforta enormemente che continui a lottare. Questo ha permesso ai medici di iniziare il programmato e scrupoloso programma di riabilitazione. Mentre riflettiamo sugli eventi degli ultimi mesi, vorremmo nuovamente sottolineare lo straordinario affetto mostrato verso nostro figlio. Questi continuano ad essere momenti difficili per la nostra famiglia, ma la consapevolezza che Jules abbia toccato la vita di tante persone in tutto il mondo ci ha dato grande sostegno", proseguono Philippe e Christine Bianchi. "Vorremmo anche evidenziare il rispetto e il sostegno mostrato dai media nei nostri confronti, siamo estremamente grati per questo. Continueremo a fornire informazioni quando sarà possibile - concludono -. La nostra più profonda gratitudine va a chi continua a pregare per Jules".

Tutti i siti Sky