Caricamento in corso...
24 febbraio 2015

Alonso, condizioni buone ma dovrà fare nuovi esami

print-icon

Il pilota delle McLaren ha mangiato e parlato con la sua famiglia. Resta nel reparto di terapia intensiva ma può ricevere visite cadenzate. Non è ancora possibile dire quando lascerà l'ospedale. Un fotografo spagnolo twitta tutto quel che ha visto

Non ci sono novità di sorta per quanto riguarda le condizioni di Fernando Alonso, ricoverato all'ospedale di Barcellona dopo l'incidente subito durante i test sul circuito del Montmelò. Il pilota ha passato bene la notte, ha mangiato e ha parlato con i familiari. Resta, tuttavia, in terapia intensiva anche se può ricevere delle visite cadenzate nel rispetto di un reparto in cui vigono delle rigide norme.

Molto probabilmente Alonso verrà sottoposto a nuovi esami proprio per monitorare ancora le sue condizioni e per scongiurare, soprattutto, postumi del trauma subito alla testa. E' dfficile fare previsioni sulla permanenza dell'asturiano all'ospedale. Ovviamente si allontana la possibilità che possa essere già in pista nei prossimi test.

Intanto, sul suo account twitter @jordividal1983, il fotografo spagnolo Jordi Vidal che ha scattato le foto domenica in pista a Barcellona afferma che (unico testimone oculare con Vettel, che però non ha seguito l'intera scena perché stava guidando): 1) diversamente da quanto comunicato dalla McLaren, Alonso non ha mai toccato l'erba sintetica; 2) premettendo di non essere un esperto, infine, che secondo lui Alonso non andava veloce e il primo impatto non è stato così forte. Ecco la sequenza dei suoi tweet, tradotti in italiano.



Vedendo che ci sono polemiche sull’incidente di Alonso, ribadisco quello che ho visto. Non voglio polemiche. Ripeto: non voglio polemiche


Ho iniziato a fare foto alla curva 1, in fondo al rettilineo, con il sole di spalle e tantissimo vento, molto fastidioso. Stessa cosa nella curva 2.


Ho proseguito per la parte esterna della pista e mi sono fermato alla curva 3, perché lì avevo il sole in faccia e non c’era vento.


Mi sono fermato lì un attimo a fare foto, ecco perché ho colto il momento. Sto guardando la sequenza di foto, comprese le due in cui Alonso è in pista.


Non tocca la zona verde con nessuna ruota, la macchina non fa nulla di strano, non vedo nessun pezzo saltar via, l’unica cosa che ho visto è che andava più piano.


Vettel era subito dietro di lui, nella sequenza supera Alonso quando questo sta ancora rasentando il muro, e andava a una velocità molto superiore di quella di Alonso.


E nella sequenza noto che né la prima né la seconda frenata sono di Alonso. Detto questo, io non sono esperto.


L’impatto non mi sembra sia stato forte, ma ripeto che non sono in alcun modo un esperto, sono un umile lavoratore con l’hobby della fotografia.


L’ultima cosa che dico è che McLaren mi ha chiamato ai box con il capo degli ingegneri per mostrargli le foto, nulla di più. E ripeto, sto solo raccontando quello che ho visto.

Tutti i siti Sky