Caricamento in corso...
25 febbraio 2015

Alonso lascia l'ospedale e torna a casa sua a Oviedo

print-icon

L'ex ferrarista verrà trasferito per osservare alcuni giorni di assoluto riposo. Salterà dunque i test di Montmelò in programma sino a domenica. Per il ritorno in pista, appuntamento col GP d'Australia. La Fia apre un'inchiesta

Fernando Alonso ha lasciato oggi l'Hospital General de Catalunya dove era ricoverato da domenica scorsa, dopo l'incidente avuto durate una sessione di test sul circuito di Barcellona. Erano le 14.30 quando il pilota spagnolo è uscito con le proprie gambe e con un buon aspetto. L'ex ferrarista verrà portato nella sua casa di Oviedo, dove osserverà alcuni giorni di assoluto riposo. Motivo di tante precauzioni, secondo Mundo Deportivo, è il fatto che avrebbe battuto duramente la testa, nonostante la protezione del casco integrale, sulle protezioni laterali superiori del cockpit.



Niente test - Il pilota spagnolo della McLaren Honda, che poco prima di lasciare l'ospedale aveva ricevuto la visita del suo team principal, Eric Boullier, non parteciperà dunque ai test di Montmeló in programma sino a domenica. Per il ritorno in pista, appuntamento direttamente col GP d'Australia, prima prova della nuova stagione, in calendario il 15 marzo.

La McLaren - "Dopo l'incidente nei test sul Circuit de Catalunya di Barcellona di domenica scorsa, siamo lieti di confermare che Fernando Alonso ha lasciato l'ospedale. E' tornato a casa dalla sua famiglia in Spagna per riposare e recuperare". Il team McLaren spiega così in una nota, che Fernando Alonso ha lasciato l'Hospital General dove era ricoverato. "Di conseguenza non sarà in pista nella sessione di test di questa settimana che avrebbe dovuto condividere con Jenson Button. Kevin Magnussen, collaudatore e riserva della McLaren-Honda, lo sostituirà. Jenson proverà la McLaren-Honda domani (giovedì, ndr)", spiega il team.

Inchiesta Fia - La Federazione internazionale dell'automobile (Fia) apre un'inchiesta sull'incidente. La Federazione in genere non si occupa di episodi che avvengono durante i collaudi, che sono una vicenda privata dei team. Questa, però, evidentemente merita particolare attenzione. La Fia chiederà ai responsabili del circuito di fornire le immagini registrate dalle telecamere a  circuito chiuso e solleciterà anche la collaborazione della McLaren, chiamata a fornire i dati necessari. La scuderia di Woking ha spiegato che l'incidente è stato provocato da improvvise e violente raffiche di vento.

Tutti i siti Sky