Caricamento in corso...
15 marzo 2015

HAMILTON SCAPPA, LA FERRARI E' SUL PODIO: VETTEL TERZO!

print-icon

La Rossa va forte a Melbourne con il tedesco e conferma una notevole crescita. Il campione del mondo vince davanti all'altra Mercedes di Rosberg. Massa quarto (Williams), costretto al ritiro Kimi. Sorpresa Nasr (Sauber), male Red Bull e Lotus. I RISULTATI

Lewis Hamilton ha vinto il GP d'Australia, prima prova del Mondiale di Formula 1. Ma al di là del successo del campione del mondo in carica, la vera notizia è il ritorno sul podio della Ferrari, che con Sebastian Vettel ha centrato un fantastico terzo posto. Sfortunata, invece, la gara dell'altro ferrarista Kimi Raikkonen, in avvio tamponato da Maldonado e poi, a 16 giri dal termine, costretto al ritiro per un problema ad uno pneumatico. Sul podio, tra Lewis e Seb, l'altra Mercedes di Nico Rosberg. Quarto posto per la Williams si Felipe Massa.
Un'altra era - Sembra proprio cominciata per la Ferrari un'altra era in F1; ci si lascia alle spalle un anno, il 2014, in cui aveva centrato solo 2 podi: una stagione così negativa la si era vissuta solo nel 1992 (Alesi 3° in Canada e Spagna). Ma ora, a conferma di quanto visto nei test, la Rossa sembra esser tornata, oltre che affidabile, competitiva.

I numeri di Lewis -
Con il podio di Melbourne, Hamilton eguaglia a quota 5 Schumacher, Alonso, Barrichello e Raikkonen come piloti che sono saliti più volte sul podio sul circuito di Melbourne. Non solo: Hamilton eguaglia Senna, il suo mito, come vincitore di almeno una gara per 9 anni consecutivi. Meglio solo Schumacher a 15 e Prost a 10.

La partenza e il primo botto...
- Hamilton scatta dalla pole subito in testa. Mantiene la quarta posizione la Ferrari di Sebastian Vettel mentre parte male la Rossa di Kimi Raikkonen costretto a scalare in ottava posizione. Dopo pochi secondi entra in pista la safety-car a causa dell'incidente alla Lotus di Pastor Maldonado. La gara viene neutralizzata per 4 giri per poi riprendere regolarmente.


Kimi, che sfiga! - La Ferrari di Kimi Raikkonen è stata costretta al ritiro a 16 giri dal termine a causa di un problema di fissaggio di un pneumatico. Dopo il secondo pit-stop, mentre era in quinta posizione, la vettura del finlandese si è dovuta accostare a bordo pista per evitare rischi e sanzioni. Sanzioni che la Ferrari ha evitato. Per il fissaggio difettoso della ruota posteriore sinistra, la Scuderia non può essere ritenuta responsabile della 'unsafe release' della monoposto: in sostanza, il team non ha mandato in pista una macchina pericolosa. Gli steward hanno evidenziato che la Ferrari ha monitorato la situazione con attenzione e ha fermato Raikkonen appena è stato individuato il problema.

Quelli "out" -
Oltre a Maldonado e Raikkonen, si è ritirato il francese Romain Grosjean, a bordo dell'altra Lotus. Detto del forfait di Bottas, hanno abbandonato il danese Kevin Magnussen della McLaren e il russo Daniil Kvyat della Red Bull, per problemi meccanici delle loro vetture.

Gli assenti
- Quelli noti sono Alonso (McLaren) alle prese con il recupero dopo l'incidente dei test a Barcellona, e Van der Garde, in combutta con la Sauber. alla fine ha dovuto darel forfait anche il pilota della Williams, Valtteri Bottas, che si è ritirato dal gran premio a causa di un infortunio alla schiena. Il finlandese durante le sessione di qualifiche ha accusato dolori lombari ed è stato portato in ospedale per controlli. Oggi il team della Williams ha dichiarato che gli esami hanno appurato che il pilota ha subito "uno strappo in un disco nella parte lombare" della schiena e quindi ha dovuto rinunciare alla gara.

Il gran ballo del debuttante - Quinto posto al debutto per Felipe Nasr. Solo 42 piloti nella storia hanno fatto meglio di lui nella loro prima gara, chiudendo nei primi 4. L’ultimo debuttante a chiudere 5° in Australia era stato Mark Webber nel 2002.

Tutti i siti Sky