Caricamento in corso...
26 marzo 2015

Vettel ci ha preso gusto: "Chiudere il gap dalle Mercedes"

print-icon

In una dichiarazione rilasciata al sito della Ferrari, il pilota tedesco spiega: "Dobbiamo attaccare e cercare di chiudere il distacco da Hamilton e Rosberg. Con le variabili che possono presentarsi qui, una vittoria è sempre possibile"

"In Malesia tutto può accadere, quindi l'obiettivo non deve essere solo quello di confermare la nostra posizione". Sebastian Vettel ci ha preso gusto. E con la sua Ferrari, non si pone limiti. Anche riprendere le, fin qui, imprendibili Mercedes. "Dobbiamo attaccare e cercare di chiudere il gap dalla Mercedes e - assicura il pilota tedesco come riporta il sito della scuderia di Maranello - con le variabili che possono presentarsi qui, una vittoria è sempre possibile".

La squadra - "La squadra è davvero in gamba e credo - aggiunge Vettel - che rispetto allo scorso anno sia stato fatto un grande passo avanti. Ora tocca a noi confermarlo nelle prossime due gare e assicurarsi che stiamo facendo progressi. Con la vettura di quest'anno fin dal primo giorno sono soddisfatto del bilanciamento. Mi piace la macchina, si guida in maniera fluida". L'incoraggiante inizio di Melbourne ha dato al tedesco nuovi stimoli: "Dobbiamo lavorare per confermarci nella posizione in cui eravamo in Australia, idealmente un po' più vicino a Mercedes e un po' più avanti della Williams. Sarà molto combattuta tra noi, Williams e anche Red Bull: credo sia solo una questione di tempo ma torneranno forti".

Proseguire la crescita - "In Australia è stato un buon weekend per noi, ora dobbiamo confermare che non è stata solo una cosa che succede una volta, è stato un buon inizio di stagione però è importante continuare nelle prossime 2-3 gare per continuare a stare molto vicini". Il pilota della Ferrari Sebastian Vettel, dopo il terzo gradino del podio dietro alle Mercedes ottenuto a Melbourne, vuole proseguire nel percorso di crescita del Cavallino anche nel Gp della Malesia in programma questo weekend sul circuito di Sepang.

Momento Red Bull - "Immagino che prima o poi anche Red Bull e Williams saranno i nostri più diretti concorrenti -aggiunge il pilota tedesco-. Il momento della Red Bull? Non faccio più parte del team e mi interessa poco, certamente in questo momento non sono dove volevano". Per quanto riguarda Sepang non è vietato sognare: "Affronteremo il fine settimana come al solito, cercando di trovare un buon ritmo. In Malesia tutto può accadere, quindi il nostro obiettivo non deve essere solo quello di confermare la nostra posizione. Dobbiamo attaccare e cercare di chiudere il gap da Mercedes e con le variabili che possono  presentarsi qui, una vittoria è sempre possibile".

Raikkonen - "Siamo in una posizione migliore rispetto alla fine della scorsa stagione, ma ovviamente dobbiamo ancora migliorare". Kimi Raikkonen, nella conferenza stampa che oggi ha aperto ufficialmente il weekend di Sepang, sede del secondo Gran Premio dell'anno. Il finlandese è ottimista e ha una gran voglia di vivere una stagione da protagonista insieme alla sua "rossa". "Vogliamo essere davanti ma non siamo ancora abbastanza veloci, soprattutto in qualifica - ammette -. In gara siamo un po' più forti nel confronto con la Mercedes. Penso che sarà un anno divertente, anche se per me Melbourne non è stato un inizio ideale, dopo il danno subito in partenza e i problemi nei pit-stop. Queste sono cose che possono accadere, ma almeno siamo stati veloci. Sono sicuro che ci aspettano grandi battaglie, anche se, come ho già detto, dobbiamo lavorare ancora molto per arrivare dove vogliamo; ma finora abbiamo fatto un buon lavoro. E' tutto l'insieme che è migliorato molto, non solo il motore, ma anche il telaio. Tutti stanno lavorando come una vera squadra”.

Tutti i siti Sky