Caricamento in corso...
27 marzo 2015

Hamilton e Rosberg temono la Rossa: "E' molto vicina"

print-icon

Nonostante il primo e il terzo tempo nelle libere di Sepang i due piloti Mercedes prestano attenzione alle prove delle due Ferrari: "Sembrano più veloci che a Melbourne", dice l'inglese. Gli fa eco il tedesco: "Sono più vicini ma siamo noi i più forti"

"E' tutto risolto, la squadra ha lavorato benissimo, siamo riusciti ad uscire di nuovo e sono contento per il bel giro, su un tracciato non facile". Superato il problema con il motore che lo aveva costretto ai box nella prima sessione di libere del Gp di Malesia, Lewis Hamilton si riscatta nella seconda sessione, dominando la scena davanti a Raikkonen. "Se la Ferrari sembra più vicina rispetto all'Australia? Sembra di sì, ma vediamo domani", aggiunge l'iridato in carica della Mercedes.

"Un problema di affidabilià sull'altra macchina che ha avuto anche un effetto su di me perché siamo uguali da quel punto di vista e ho fatto meno giri, ma la macchina va bene. Manca un po' di posteriore, scivola tantissimo, ma a parte quello va tutto bene". Il pilota della Mercedes, Nico Rosberg, è tranquillo dopo il terzo tempo ottenuto nelle seconde libere le Gp della Malesia, dietro al compagno Lewis Hamilton e alla Ferrari di Kimi Raikkonen. "Nel passo gara Ferrari più vicina? Si, sembra che oggi la Ferrari sia abbastanza vicina, ma siamo ancora i più veloci. Qualifiche? E' sempre molto importante, e devo far bene anche io per battere Lewis", ha aggiunto il tedesco.

La Red Bull migliora - "E' stato un altro venerdì difficile, ma la guidabilità è migliore rispetto a Melbourne. Questo è importante. Siamo concentrati sulla macchina ma abbiamo ancora qualche problema, usavamo cinque cilindri e non sei, questo è il problema". Il pilota della Red Bull, Daniel Ricciardo parla così dei problemi accusati dalla sua monoposto al termine della seconda sessione di prove libere del Gp della Malesia che ha chiuso in decima posizione. Il suo compagno di scuderia Daniil Kvjat ha dimostrato un buon passo gara con il quarto tempo. "Si, nel pomeriggio è andato meglio e il suo giro è stato vicino a Williams e Ferrari, questo è importante, fino adesso è quanto più vicino siamo mai stati", ha aggiunto il pilota australiano.

Alonso fiducioso - "Sono uscito da quest'inverno con poca affidabilità e pochissimi giri realizzati. Mi aspettavo dei problemi, di fermarmi tante volte, invece tutto è andato perfettamente". Nonostante sia lontano dai migliori, Fernando Alonso si dice soddisfatto dei progressi dimostrati a Sepang dalle McLaren. "E' stato bello vedere tutti i competitor in pista, nei test non hai riferimenti - spiega lo spagnolo, al suo debutto in Malesia dopo l'incidente di Montmelò che lo ha costretto a saltare Melbourne - Fisicamente non sono ancora al 100 per cento ma ci arriverò. La McLaren? Vedremo domani, in Australia avevamo un ritardo di oltre 4 secondi e cercheremo di migliorare qui. La macchina crescerà in ogni week-end, siamo così indietro che fare meglio sarà facile. Domani penso che miglioreremo di uno o un secondo e mezzo rispetto a Melbourne, e questo non è male in quindici giorni".

Tutti i siti Sky