Caricamento in corso...
09 aprile 2015

Rosberg il ribelle: "Non sarò un vice, lotterò con Hamilton"

print-icon

Il pilota della Mercedes non nasconde le proprie ambizioni: "Io e Lewis saremo protagonisti di un'intensa battaglia. La Ferrari ha fatto meglio di noi in Malesia, ma torneremo a essere più forti già dal Gp della Cina: abbiamo una macchina impressionante"

“Non cambierà niente rispetto allo scorso anno. Io e Hamilton saremo ancora protagonisti di un’intensa battaglia”. Malgrado le difficoltà incontrate nei primi due Gp stagionali, Nico Rosberg è convinto che la Mercedes non lo declasserà al ruolo di seconda guida privilegiando Lewis Hamilton. Nella passata stagione il pilota tedesco ha duellato fino all’ultima gara per il titolo contro il compagno di squadra, in una stagione contrassegnata dal dominio delle frecce d’argento.

Auto impressionante
- Dopo il ritorno della Ferrari ad alti livelli, la Mercedes potrebbe decidere di puntare solo su Hamilton nella lotta per il Mondiale piloti: “Il mio inizio di Mondiale non è stato buono - ammette Rosberg - ma non sono così lontano. La pista di Shanghai mi piace davvero molto, perché si adatta al mio stile di guida, in più abbiamo una macchina impressionante e quindi dovrebbe essere un weekend fantastico dove la vittoria è possibile”. Rosberg riconosce la superiorità della Ferrari in Malesia: “La Ferrari ha fatto meglio di noi in Malesia, andavano più forte. Noi abbiamo fatto un paio di errori, ad esempio nella strategia. Dobbiamo tornare a essere più forti di loro, sono convinto che qui in Cina ci riusciremo perché è un Gp totalmente diverso”

Niente panico - Anche il capo di Mercedes Motorsport, Toto Wolff, nega che ci possa essere un cambio di strategie, alla luce dei progressi della Ferrari: “Abbiamo solo bisogno di mantenere la calma e continuare a sviluppare al meglio la nostra monoposto. Forse apporteremo alcune modifiche alla vettura prima del previsto, ma non c'è motivo di farsi prendere dal panico”.

Tutti i siti Sky