Caricamento in corso...
10 aprile 2015

Vettel è ottimista: "Saremo molto vicini alle Mercedes"

print-icon
seb

Prima giornata di libere non esaltante per Sebastian Vettel in Cina (Getty)

Nonostante un venerdì non esaltante il tedesco pensa positivo in Cina: "Ci sono un paio di cose in cui migliorare, cercheremo di superare Lewis e Nico". Raikkonen: "Dobbiamo fare in modo che tutto funzioni al meglio, poi vedremo cosa accadrà"

"Saremo molto vicini alle Mercedes, anche se loro sono stati molto forti in tutte le sessioni". Nonostante un venerdì non esaltante, Sebastian Vettel è ottimista sulle possibilità di lottare con le Mercedes. "Ci sono un paio di cose in cui migliorare - aggiunge ai microfoni di Sky il pilota tedesco della Ferrari - e cercheremo di superarli. Dobbiamo cercare di migliorare la macchina stanotte per fare un passo avanti".
Ottimista anche Kimi - "Podio a portata? Dobbiamo fare del nostro meglio domani e vedremo dove riusciremo a finire, poi penseremo alla gara, ma dobbiamo fare in modo che tutto funzioni al meglio e poi vedremo cosa accadrà". Kimi Raikkonen è positivo, dopo il secondo tempo nelle seconde prove libere del Gp della Cina, in vista delle qualifiche di domani. "Sfida per la prima fila con le Mercedes? Vedremo domani, è difficile capire quello che hanno fatto oggi gli altri. Abbiamo ancora delle cose da migliorare, vedremo domani, ma certamente oggi non è andata male, questo è certo", ha aggiunto il finlandese.

Allison non vuol sentir parlare di Mondiale
- "A livello ingegneristico, i risultati sono sempre un dato positivo. arrivare davanti è sempre un bel riscontro, anche se non ti dice cosa succederà in futuro". Così in conferenza stampa il direttore tecnico della Ferrari, James Allison, che dopo le libere del Gp della Cina racconta come il successo di Vettel in Malesia abbia portato un nuovo entusiasmo a Maranello. "Vincere, ovviamente, rende tutti felici e dà un'iniezione di fiducia a tutto l'ambiente - sottolinea Allison - Il team ha vissuto un periodo difficile negli ultimi anni e ottenere una vittoria è stato un grande piacere per tutti, ha reso più semplice lavorare per tutte quelle ore al fine di essere competitivi in ogni gara". Allison non se la sente però di dire che la Rossa potrà davvero battagliare per il Mondiale: "Lottiamo contro una macchina, la Mercedes che è molto forte ed è più avanti rispetto ad altre, anche forti. E finché non ci avviciniamo, non è realistico parlare di corsa per il Mondiale".

"Come detto all'inizio dell'anno - aggiunge -, credevamo realistico ottenere un paio di vittorie ma ci prenderemo tutto quello che arriverà in più, cercando di fare del nostro meglio per avvicinare la nostra monoposto alla Mercedes".

Tutti i siti Sky