Caricamento in corso...
11 aprile 2015

Vettel: "Terzo posto ok. Avrei voluto parlare con Schumi"

print-icon

Il pilota della Ferrari ha chiuso le qualifiche di Shanghai con il terzo tempo , alle spalle di Hamilton e Rosberg . "Le Mercedes sono state più veloci di quanto ci aspettassimo". Sul suo passaggio alla Rossa: "Avrei voluto parlarne con Micahel"

"E' andato tutto bene e il terzo posto era il massimo per noi". Sebastian Vettel sorride dopo le qualifiche  del GP di Cina. Il pilota tedesco della Ferrari scatterà dalla seconda fila, alle spalle delle Mercedes di Lewis Hamilton e di Nico Rosberg. "Sono contento, abbiamo utilizzato una strategia diversa nella terza manche delle qualifiche, impiegando solo una volta un set nuovo di gomme", dice il ferrarista.
I soliti noti - "Le Mercedes sono state un po' più veloci di quanto ci aspettassimo, ma noi abbiamo azzeccato tutto", aggiunge. In gara, il gap tra le Frecce d'argento e le Rosse potrebbe ridursi: "Dovremmo essere un po' più vicini. Quanto? Vedremo... Non vedo l'ora  che cominci la gara, la prima curva non è lontana dal via", dice pregustando un attacco ai leader.

Seb e Schumi - La decisione di lasciare la Red Bull e dire sì alla Ferrari è stata "la più difficile" della sua vita. Per questo, Sebastian avrebbe voluto parlarne con Michael  Schumacher. Il driver di Heppenheim lo rivela in un'intervista al Daily Telegraph. Schumi è ancora impegnato in una difficile  riabilitazione dopo l'incidente sugli sci del dicembre 2013. Vettel ammette che i suoi preziosi consigli gli sono mancati soprattutto  prima del suo passaggio alla Ferrari dopo quattro anni di successi con la Red Bull: "Proprio perché la decisione è stata così difficile, mi sarebbe piaciuto parlare con Michael", spiega il quattro volte  campione del mondo.



Tutti i siti Sky