Caricamento in corso...
12 aprile 2015

Tensione in casa Mercedes, Rosberg: "Lewis mi ha rallentato"

print-icon
ros

Ancora nervi tesi in casa Mercedes tra Hamilton e Rosberg (Getty)

Dopo la doppietta nel GP della Cina, il pilota tedesco ha attaccato il compagno in conferenza stampa: "E' un'egoista". La replica di Hamilton: "Ciò che dice è falso. Ho pensato solo alla mia gara". I RISULTATI

Non è bastata l’ennesima doppietta. Nico Rosberg e Lewis Hamilton riprendono a litigare, come lo scorso anno. E’ successo nel post Gran Premio della Cina. Ad attaccare nel bel mezzo della conferenza stampa Fia è Rosberg che ha accusato il compagno di squadra di averlo danneggiato. "Lewis è un egoista – ha detto il tedesco seduto accanto al compagno di squadra - ha rallentato troppo e Vettel mi poteva superare. E in parte questo atteggiamento ha compromesso la mia gara".

"Non devo pensare alla gara di Nico" - Parole durissime, a cui Hamilton ha replicato: "Il mio lavoro non è pensare alla gara di Nico, ma gestire la mia macchina e portare l'auto e me stesso alla fine nel modo più veloce possibile: così ho fatto. Non ho fatto nulla a livello intenzionale per danneggiare Nico, lui doveva soltanto cercare di superarmi e non c'è riuscito". E mentre Rosberg non ha fatto nulla per nascondere l’arrabbiatura, Vettel, seduto accanto ai piloti Mercedes, si è goduto la scena tra lo stupito e il divertito.

Hamilton: "Non capisco" - "La chiave della nostra vittoria è stata far durare più a lungo le gomme. Non capisco – ha aggiunto Hamilton - come si possa dire che io abbia compromesso la gara di Nico, dal momento in cui era costantemente dietro di almeno 5 secondi. Non è mai stato vicino: quando finivo la prima curva, lui stava per iniziarla. Non capisco come si possa dire che gli ho compromesso la gara. Se fosse stato più vicino, forse sì, ma non capisco onestamente come si possa dire una cosa simile".

Tutti i siti Sky