Caricamento in corso...
30 aprile 2015

Aspettando Barcellona: chi farà bene qua, farà bene ovunque

print-icon
fer

Il GP di Spagna potrà essere il più importante della stagione. Per la Ferrari segna l'introduzione di alcune innovazioni, dal fondo alle ali. Anche per Alonso (e la McLaren): potrebbe ritrovare il sorriso proprio a casa sua

di Antonio Boselli
Barcellona è il gran premio più  importante dell'anno! Detto così è un'esagerazione, certo, considerando che siamo solo alla quinta gara. Ma l'inizio della stagione europea, le novità portate dai team, le caratterisitiche della pista e i numeri di questo gran premio dicono che chi fa bene a Barcellona, farà  bene su tutte le piste del Mondiale.

La Ferrari è in piena rincorsa: non ci saranno novità sulla power unit ma dal punto di vista aerodinamico vedremo un nuovo fondo, un nuovo diffusore e delle nuove ali. Novità fondamentali per continuare a crescere soprattutto su piste dal grande carico aerodoninamico.

Il primo aggiornamento del motore è previsto in Canada, il secondo a Monza per colmare definitivamente il gap con la Mercedes entro la fine della stagione. Ma la squadra campione del mondo non sta ad aspettare: sono previsti interventi sul fondo, sul diffusore, sull'ala anteriore e probabilmente anche alle prese d'aria dei freni anteriori e posteriori. Ma forse più importante sarà rimettere a posto la testa, almeno per Nico Rosberg. Niki Lauda gli ha suggerito di ripartire da zero e lasciarsi alle spalle un inizio di stagione non facile.

Lo stesso obiettivo di Red Bull e McLaren: il team che ha vinto quattro titoli mondiali con Vettel arriverà con un muso più corto stile Mercedes, la MCLaren invece porterà grandi novità aerodinamiche e soprattutto al motore. L'idea è di sistemare alcuni difetti strutturali della power unit Honda per rendere più competitiva la monoposto e per ridare il sorriso a Fernando Alonso, a casa sua, in Spagna per lui sì, è  il gran premio più importante dell'anno.

Tutti i siti Sky