Caricamento in corso...
24 maggio 2015

Arrivabene: noi bravi e fortunati. Mercedes un po' arrogante

print-icon

Così il team principal della Ferrari, dopo il GP di Montecarlo , sul pit-stop delle Frecce d'Argento che ha stravolto la gara: "Pensavano di fare un cambio e poi di passarci alla grande. Seb ha guidato da fenomeno, peccato per Kimi"

A Monaco vince Rosberg, succede di tutto nel finale ed Hamilton chiude terzo. In mezzo a tutto questo si piazza la Ferrari di Vettel, secondo al traguardo di Montecarlo. "C’è soddisfazione per questo podio di Vettel. L'abbiamo sentito di nuovo parlare in italiano, sintomo del fatto che per lui un po' di soddisfazione c’è", ha detto il team principal Maurizio Arrivabene.

Carota e bastone
- "Seb è molto contento - prosegue Arrivabene - Certo, noi abbiamo avuto un po' di fortuna, bisogna essere sinceri, però la fortuna la si cerca anche, nel senso che loro (Mercedes, ndr) sono stati, secondo me, un po' arroganti, pensando di fare un cambio e poi passarci alla grande. Vettel ha guidato veramente da fenomeno e siamo andati lì noi. Sono contento. Forse un po' l’abbiamo invocata questa fortuna? Noi pensavamo che facessero un po' di cinema quando sono usciti, quindi siamo stati calmi. Di nuovo Inaki non ha sbagliato assolutamente strategia. Certo loro sono più forti di noi, sono intelligenti, questa volta noi siamo stati più furbi. Mi è piaciuto lo spirito di squadra. Peccato per Kimi, però siamo tutti uniti. Quando possiamo, come avevo detto, ci siamo".

Vettel: "Ottimo risultato" – Sebastian Vettel è soddisfatto del secondo posto: “E' stato un finale a sorpresa, noi eravamo lì quando dovevamo esserci. E' stato comunque un ottimo Risultato. Durante la corsa avevo cercato di fare pressione su Rosberg ma non ci sono riuscito. Poi è entrata la safety e Hamilton si è ritrovato terzo. Nico è ripartito benissimo, io ho cercato di tenere la posizione e per fortuna ci sono riuscito"

Tutti i siti Sky