Caricamento in corso...
18 giugno 2015

Vettel: "Proveremo a vincere, ma dobbiamo essere perfetti"

print-icon

Nella conferenza stampa della vigilia del GP d'Austria, il ferrarista mostra grande ottimismo: "In condizioni normali, però, la Mercedes resta dura da battere". Rosberg rilancia la sfida ad Hamilton: "La mia auto è migliore di quella del 2014"

"Cerchiamo sempre di combattere per la vittoria, se tutto va come pensiamo di essere in grado di stare davanti". Nel corso della conferenza stampa della vigilia del Gran Premio d’Austria di Zeltweg, Sebastian Vettel appare molto ottimista sulla possibilità di vincere come in Malesia: “Ma dobbiamo essere realisti – ha aggiunto – per sfidare le Mercedes dobbiamo essere perfetti e sperare che a loro non vada tutto bene. In circostanze normali è difficile batterli, sono ancora i favoriti”.

Più vicini -
"Ora rispetto ai test invernali – ha aggiunto ferrarista - siamo molto più vicini. Anche loro migliorano, in Canada hanno portato nuove specifiche. Il nostro obiettivo è di migliorare più di loro e speriamo di avvicinarci senz'altro di più nella seconda parte della stagione".

Rosberg: "Mercedes migliore del 2014" - Nico Rosberg invece, ha il compagno di squadra Lewis Hamilton nel mirino: "Ultimamente mi va abbastanza bene, sono molto ottimista per questa gara dove ho vinto l'anno scorso". Nonostante il broncio il pilota tedesco si è detto fiducioso nelle possibilità di tornare a battere il compagno di squadra e campione del mondo Lewis Hamilton. "La macchina va molto bene, continua a migliorare ed è addirittura meglio rispetto alla versione 2014. La 24Ore di Le Mans? "Non penso a correre a Le Mans".

Ricciardo e il nuovo motore - Dopo la gara del Canada, Daniel Ricciardo aveva espresso tutta la sua frustrazione per la stagione poco positiva con la Red Bull e questo ha scatenato le voci di un suo possibile divorzio anticipato: "Ho espresso una certa frustrazione in Canada passando da quello che era stato il miglior giorno della mia vita l'anno scorso a quello di questa stagione". Tornato a casa ha analizzato meglio il suo momento: "Sono alla Red Bull e mi piacerebbe tornare sul gradino più alto del podio con loro e risolvere i problemi”. La sua scuderia porterà in Austria una nuova power unit, la quinta, e questo potrebbe costare una penalizzazione di dieci posizioni sulla griglia di partenza. "Probabilmente la cambieremo – ha aggiunto – Dobbiamo cercare di dare il massimo sfruttando le possibilità che abbiamo".

L'analisi di Alonso - Per Fernando Alonso, ma anche per tutto il team McLaren, compreso il compagno di squadra Jenson Button, il weekend del Gran Premio d'Austria che si sta aprendo non sarà certamente dei più soddisfacenti. La possibile sostituzione della power unit Honda, la quinta, li costringerà a pagare dieci posizioni di penalità sulla griglia di partenza e in caso di una classificazione in qualifica non sufficiente a scontarla, un'ulteriore penalità in secondi da pagare in gara al momento del pit stop. "Parlare di momenti belli in gara forse è un po' troppo. Per noi è solo un periodo di apprendimento, ma sono ottimista per come vedo lavorare la gente all'interno del team".

Tutti i siti Sky