Caricamento in corso...
24 luglio 2015

Ungheria, venerdì nero di libere. Per la Ferrari e non solo

print-icon

I VIDEO . Tempi non esaltanti per la Rossa nella prima giornata di collaudi, ma anche un problema ad un alettone per Raikkonen ("Ma feeling positivo con la macchina "). Bene le Red Bull, ma va in fumo la Power Unit di Ricciardo

Giovedì le temperature dell'asfalto all'Hungaroring sono state le più calde degli ultimi due anni in F1. Oggi, durante le prove libere, ha fatto un po' più fresco ma nel pomeriggio l'asfalto ha comunque raggiunto i 54 gradi mentre la temperatura dell'aria è arrivata a 34. Il caldo estremo ha favorito giovedì un acquazzone che ha interessato la zona del circuito e per domani pomeriggio sono previsti temporali che potrebbero influire sulle qualifiche. Quella di venerdì è stata una giornata complicata per Ferrari, Force India e anche Red Bull (almeno quella guidata da Kvyat).

Ferrari -
Sessione chiusa a 2 secondi dalla Mercedes di Hamilton che ha dominato in entrambe le libere. Sebastian Vettel non ha nascosto la sua delusione per il risultato incassato dalla Rossa in queste due sessioni d'apertura all'Hungaroring. La sua giornata è stata condizionata da un guasto elettrico e da problemi d'assetto. C'è da capire, però, che peso si vuol dare a tale prestazione, aspettando i giri del sabato che ovviamente hanno un valore maggiore. Rispetto al tedesco è stato più addirittura più positivo Raikkonen, nonostante un problema all'ala anteriore. "C'è un buon feeling con la macchina", ha detto al termine delle sue prove.

Force India
- Rispetto ai ferraristi è andata peggio a Sergio Perez. La Froce India del messicano si è ribaltata durante le Libere 1: testacoda all’uscita di una curva, ma è uscito senza bisogno di aiuto dalla sua monoposto. Incidente da brivido.  IL VIDEO


Red Bull -
L'intensa fumata bianca fuoriuscita dalla sua Red Bull non ne ha compromesso il risultato. Daniel Ricciardo ha chiuso al terzo tempo, alle spalle del compagno di squadra Daniil Kvyat nonostante un inconveniente alla sua monoposto. L'autraliano non verrà penalizzato: la Red Bull, infatti, fa sapere che la Power Unit andata in fumo è la quarta e non la quinta a disposizione (questa verrà impiegata sabato).

Le gomme
-  "L'FP3 di sabato mattina sarà estremamente importante per ultimare i preparativi per le qualifiche. Il caldo qui è stato incredibile e sembra destinato a continuare per tutto il fine settimana, anche se potrebbe piovere, come è accaduto giovedì sera. Di fronte a queste condizioni particolarmente impegnative, gli pneumatici si stanno comportando molto bene. Analizzeremo i dati di tutti i long run effettuati con le mescole morbide questa sera, per ora possiamo dire che la strategia vincente probabilmente sara' di due soste, con un divario di prestazioni fino a due secondi tra le due mescole. Tuttavia, le bandiere rosse che hanno interrotto le sequenze di long run hanno reso alcuni dati non significativi", ha detto Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli, al termine delle sessioni del venerdì.

Tutti i siti Sky