Caricamento in corso...
06 settembre 2015

Monza, Ecclestone non chiude: "Qualcosa faremo". E incontra Renzi

print-icon
ren

In attesa di incontrare il premier Renzi, Ecclestone ha parlato del rinnovo del GP di Monza (Getty)

Il patron della Formula 1 possibilista sul rinnovo della convenzione tra il circus e l'Autodromo lombardo. Al suo arrivo, il presidente del Consiglio ha subito raggiunto la motorhome di Ecclestone per un incontro di dieci minuti. Dopo aver seguito la gara ai box della Ferrari, ha lasciato l'Autodromo senza parlare

"Sono sicuro che qualcosa faremo". Dopo aver inviato un chiaro messaggio sul rinnovo della convenzione tra l’autodromo di Monza e la Formula 1, Bernie Ecclestone non chiude. Anzi, fa capire che la trattativa va avanti. Nella giornata di sabato, il patron del circus ha avuto un incontro con i vertici dell’autodromo e il governatore della Lombardia Roberto Maroni. Nel pre-gara, invece, ha visto il premier Matteo Renzi. Al suo arrivo in Fiat 500 rossa X, con il figlio, il presidente del Consiglio ha raggiunto la motorhome di Ecclestone per un incontro durato circa dieci minuti. Subito dopo il trasferimento in Ferrari: "Chiacchiero dopo", ha detto ai giornalisti. In realtà, subito dopo la gara, che ha seguito ai box del Cavallino, Matteo Renzi ha lasciato l'autodromo senza parlare. "Abbiamo preso solo un caffè", ha assicurato il patron della Formula 1 ai giornalisti.

 

Briatore: "Non è roba da premier" - L'argomento, però, per Flavio Briatore non "da presidente del Consiglio". "E’ una questione fra Ecclestone e l'Aci. Bernie conosce l'importanza di Monza, la mia sensazione è che il Gp resterà qui per anni", ha detto l'ex manager di Formula 1 all'autodromo di Monza, dov'è atteso anche il premier. “Ci sono Gp storici da mantenere anche se valgono meno di altri - ha aggiunto - La storia è importante per la Formula 1 e Monza ha più appeal della Malesia. E poi il 60% dei soldi vanno ai team: basterebbe che facessero un Mondiale da 100 anziché 300 milioni". Briatore sorride poi di fronte all'ipotesi di un'alternanza fra Monza e un altro circuito italiano. "Sì, con Cuneo - ha scherzato - Là non è male la parabolica e sono pieni di soldi: Cuneo forever. Io non sono interessato, ma in Italia ci sono seimila miliardari, non credo sarà un problema". 

 

Malagò: "I soldi si troveranno" - "Sono assolutamente convinto che si troveranno i soldi per il rinnovo". Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che ha anche indicato una precisa "strategia" per riuscire nella trattativa. Andrà tutto a buon fine "se si affida tutto a un unico soggetto. E io sono per delegare il presidente dell'Aci, Angelo Sticchi Damiani".

 

Tutti i siti Sky