Caricamento in corso...
20 settembre 2015

Vettel crede nel titolo: "Vogliamo rendere possibile l'impossibile"

print-icon
vet

Dopo aver stravinto a Singapore, il pilota tedesco non si pone limiti: "Abbiamo ancora una piccola possibilità per il Mondiale, ma dobbiamo continuare così". La gioia di Arrivabene: "Seb è un campione". Marchionne: "Una vittoria per i tifosi" 

"Se avremo altri week-end così possiamo insidiare le Mercedes". Dopo il trionfo a Singapore e la debacle della Mercedes di Lewis Hamilton, Sebastian Vettel non si pone limiti in chiave Mondiale guardando ai sei Gp che mancano alla fine della stagione: "Noi non dobbiamo fare altro che pensare a noi stessi, attaccare al massimo e poi quello che faranno le Mercedes non dipende da noi. Abbiamo ancora una piccola possibilità, forse possiamo rendere l'impossibile possibile, ci proveremo".

 

Arrivabene entusiasta - Il team principal della Ferrari Maurizio Arrivabene è entusiasta per il netto e strepitoso week-end di Sebastian Vettel a Singapore. "E' stata veramente dura per via della Safety car - afferma - Vettel è un campione, è mentalmente preciso. E' incredibile, ho visto solo Senna e Reutemann fare dei giri del genere. La squadra è magnifica. Sono contento anche per Raikkonen, è una conferma che abbiamo dei grandi piloti e soprattutto una gran macchina".

Una nuova era? - "Non è la mia Ferrari, questa è la Ferrari, a partire dal Presidente, di tutti quelli che ci lavorano, soprattutto dei ragazzi che sono stati fantastici. E quindi sono contentissimo". Arrivabene esalta i suoi piloti dopo il trionfo. "Sebastian è un campione e lo ha dimostrato con un giro pazzesco sabato, sul giro unico io ho visto solo Reutemann e Senna fare quelle cose lì, e oggi con una gara fantastica". Mancava da Barcellona 2013 un doppio podio rosso. E' l'inizio di una nuova era? "A me delle nuove ere non importa, l'importante è vincere e basta.

Il presidente
-"Complimenti a tutti per questa bellissima vittoria. Sebastian Vettel ha guidato da vero campione qual è e ogni membro della squadra, in pista e a Maranello, ha fatto tutto perfettamente. Sono contento anche per Kimi Raikkonen che torna sul podio: era da troppo tempo che due piloti Ferrari non erano insieme tra i primi tre". Così il presidente della Ferrari, Sergio Marchionne. "Un successo importante - aggiunge - su una pista difficile che dedico prima di tutto ai nostri tifosi che non ci hanno mai fatto mancare il loro affetto e supporto. A loro la promessa di tutta la Ferrari che questa gara non è un episodio ma un passo importante nel nostro cammino per tornare in maniera stabile ai vertici e far suonare l'inno di Italia sempre più spesso!"

Tutti i siti Sky