Caricamento in corso...
18 marzo 2016

Melbourne, pioggia e vento: nelle libere fulmine Hamilton. Kimi 3°

print-icon

Mondiale al via. Pista sporca nella prima sessione, più asciutta nella seconda, ma sempre il campione del mondo davanti a tutti. Bene la Ferrari di Raikkonen nelle FP2. Vettel chiude con un 21° ed un 8° posto. Incidente per Rosberg. Giornata difficile e dati che non possono essere considerati del tutto attendibili

Il Mondiale di Formula 1 da Hamilton a Hamilton. E' ripartito da Melbourne, Australia, lo spettacolo dei motori, ed è ripartito con tante difficoltà dal punto di vista meteo e una certezza: il più veloce è ancora il campione del mondo Lewis Hamilton. Questo almeno è quanto hanno detto le libere del venerdì, giornata che però va considerata interocutoria e non del tutto attendibile sotto il profilo dei risultati. Ciò perché all'Albert Park pioggia e forte vento hanno complicato parecchio l'attività in pista, soprattutto nel corso della FP1. 

La seconda sessione - Con una precipitazione meno intensa, però, Kimi Raikkonen si è portato in testa con la sua Ferrari fino a 22’ dal termine delle libere 2; poi, quando le condizioni della pista sono diventate decisamente più favorevoli, è arrivato lo scatto di Hamilton. Velocissimo, incredibile: il britannico al primo giro cronometrato è andato sull’1:38.841. Quanto basta per far sua la sessione.

Nico a muro - FP2 opposta per il compagno di squadra in Mercedes, Nico Rosberg, andato a sbattere contro le barriere tra curva 7 e 8 subito dopo aver perso il posteriore in fase di accelerazione: distrutta la nuova ala anteriore e poi invitato dal suo muretto a parcheggiare alla 13 per l’impossibilità di tornare ai box. Box dove intanto le telecamere hanno beccato Hamilton ridacchiare durante i repley che mostravano il botto (senza alcuna conseguenza per il pilota) del tedesco.

Difficoltà anche per Esteban Gutierrez del Team Haas, mentre per la Ferrari di Sebastian Vettel ci si aspetta ben altri risultati dalle libere 3 che dovrebbero - condizionale d'obbligo - essere corse con un meteo migliore. Da sottolineare la buona prestazione della McLaren, sia nelle FP1 che nelle FP". La macchina che monta la Power Unit Honda si è ben comportata con le complicate condizioni atmosferiche, tanto che Alonso si era portato anche in testa alla classifica provvisoria.

La prima sessione - La Ferrari di Vettel è stata la prima a girare e lo ha fatto con le gomme intermedie; la prova non è stata granché proprio a causa del clima. Seb ha chiuso con il 21° tempo, Raikkonen con il 17°. Nonostante il tempaccio, Hamilton ha subito messo le cose in chiaro e chiuso le FP1 con un 1:29.725. La sua Mercedes è stata l'unica monoposto a scendere sotto l'1:30. Per il britannico quattro decimi di margine su Kvyat. Terzo Ricciardo

Tutti i siti Sky