Caricamento in corso...
15 aprile 2016

Cina, venerdì rosso Ferrari: a Raikkonen le seconde libere, poi Vettel

print-icon

Primo e secondo tempo per le Rosse nella seconda sessione a Shanghai. Poi le Mercedes, che in mattinata si erano piazzate davanti a tutti con il leader della classifica Rosberg

E' una grande Ferrari. Conteranno pure poco le libere del venerdì, ma la seconda sessione ha dato chiare indicazioni sulla competitività della Ferrari, che ha chiuso davanti a tutti con l'1'36.896 di Kimi Raikkonen, che qui vinse nel 2007 (fu l'anno del titolo con la Rossa). Balzo in avanti dunque delle Ferrari nella giornata inaugurale della terza prova del Mondiale; sul circuito di Shanghai Kimi ha staccato di 109 millesimi la F16-H del compagno di squadra Sebastian Vettel. A seguire, le due Mercedes di Nico Rosberg (+0"237) e Lewis Hamilton (+0"433), che nella prima sessione si erano lasciati tutti alle spalle. Quinto crono per la Red Bull di Daniel Ricciardo (+1"247), undicesimo per la  per la McLaren del rientrante Fernando Alonso (+1"832).   

Così la prima sessione - I primi giri della mattinata a Shanghai erano stati un dominio della Mercedes di Rosberg.  Il tedesco, già leader della classifica, aveva chiuso col tempo di  1'38"037, alle sue spalle Hamilton in 1'38"183 e, subito dopo la Ferrari di Vettel, 1'38"665; quarta la Red Bull di Ricciardo in 1'39"061, quinto Raikkonen con il crono di 1'39"155. A caratterizzare questa sessione due bandiere rosse per un testacoda in curva 6 della Williams di Massa e per lo stop in pista della Renault di Kevin Magnussen per la rottura di uno pneumatico.

Tutti i siti Sky