Caricamento in corso...
25 maggio 2016

Vettel: Monaco, tabù da sfatare. Rosberg: Vincere

print-icon
vet

Sebastian Vettel e Nico Rosberg tra i protagonisti della conferenza stampa dei piloti a Montecarlo (Foto Getty)

Il pilota della Ferrari e quello della Mercedes tra i protagonisti della conferenza stampa che inaugura la lunga vigilia del GP a Montecarlo. Seb: "Qui il team non vince dal 2001, ma sappiamo cosa fare". Il leader della classifica: "L'incidente con Hamilton a Barcellona è il passato"

Come da tradizione, rispetto alle altre tappe del Mondiale di F1, il lungo weekend del GP di Monaco si apre il mercioledì con la conferenza stampa dei piloti. Alle domade di giornalisti hanno risposto il leader della classifica, Nico Rosberg (Mercedes), Sebastian Vettel (Ferrari), Max Verstappen (Red Bull), Pascal Wehrlein (Manor), Romain Grosjean (Haas), e Jolyon Palmer (Renault). A Montecarlo, dalle 14 di domenica, si correrà il sesto gran premio della stagione.

Nico Rosberg (Mercedes) - "Vincere qui vuol dire vincere in casa. E' un posto speciale per me, vincere qui rende tutto più speciale. L'incidente in Spagna? Non so se l'esperienza può avere un peso sul resto della stagione, ma è il passato e vogliamo concentrarci, io in particolare, a ottenere qui il successo".

Sebastian Vettel (Ferrari) - "La Ferrari qui non vince dal 2001, ma queste statistiche si potrebbero applicare a molti altri circuiti. Ma noi l'obiettivo lo abbiamo tutti bene in mente, vogliamo sfatare una serie di tabù. Dobbiamo guardare avanti, il nostro bersaglio è la Mercedes. Vogliamo raggiungerla. Voltiamo pagina dopo Barcellona; qui abbiamo un pacchetto forte e degli aggiornamenti che possono farci colmare il gap con loro".

Max Verstappen (Red Bull) - "Mi sono goduto tutto il dopo vittoria in Spagna e l'ho fatto con la mia famiglia. E' stato bello. Aggiornamenti sulla Red Bull? Il mio inizio è stato positivo con questo motore e non è stato semplice, a dire il vero. Il nuovo lo io lo userò in Canada, Ricciardo a Montecarlo".

Pascal Wehrlein (Manor) - "Ho fatto due giorni di test a Barcellona e ho guidato anche la Mercedes in questa occasione. Certo, è un'esperienza che mi permette di crescere, anche se non è stata la prima volta. Conoscevo già le differenze. Abbiamo ancora un gap con la Sauber, l'obiettivo è migliorare la macchina, migliorare noi stessi e chiudere il campionato davanti a loro".

Romain Grosjean (Haas) - "Emozionate questa gara. L'aspettano tutti. Per Haas è la prima volta a Montecarlo e poi siamo quasi in Francia, quindi per me è la gara di casa. La gente mi fermava per gli autografi appena siamo arrivarti. E' stato molto bello. Abbiamo fatto un ottimo lavoro finora, a Barcellona avevamo qualche preoccupazione ma qui siamo certi di poter tornare ad avere una buona macchina".

Jolyon Palmer (Renault) - "Sono abbastanza contento, mi diverto a correre in F1. Contento anche di tornare a correre su questo tracciato. A Barcellona abbiamo avuto tanti problemi nel corso del venerdì, ma poi è andata. Dopi un inizio di Mondiale difficile, ci stiamo rimettendo in sesto. Avremo aggiornamenti sul telaio e speriamo di conquistare posti in griglia. Kevin (Magnussen, ndr) avrà l'aggiornamento sin da questa gara e questo ci potrà far avvicinare al centro della griglia".

Tutti i siti Sky