Caricamento in corso...
14 giugno 2016

La Red Bull blinda Ricciardo, rinnovo biennale

print-icon

Doveva essere uno dei pezzi più pregiati del mercato piloti e, invece, l'australiano ha deciso di proseguire la sua avventura con il team austriaco. Ancora due anni con adeguamento del compenso a 20 milioni di euro. Manca solo l'ufficialità 

di Carlo Vanzini

Da pezzo pregiato del mercato a pezzo blindato da Red Bull. Daniel Ricciardo, resterà anche per le stagione 2017 e 2018 alla guida della scuderia austriaca per la quale corre dal 2014 e con la quale ha vinto 3 gran premi, tutti nel 2014. In Canada era emersa, più forte che mai, la possibilità di un futuro in rosso, ma Helmut Marko, stratega piloti del team austriaco, ha deciso, così come già fatto per Verstappen, di togliere agli avversari la chance di potersi avventare sul talento australiano.

A sua volta Ricciardo, che avrebbe potuto liberarsi se e solo se il team non fosse stato nei primi tre del mondiale e lo è, non ha evidentemente trovato o effettivamente cercato alternative. In Canada Ricciardo aveva dichiarato che si sarebbe mosso solo per una squadra in grado di lottare per il mondiale, ha deciso di restare dove è, con la confidenza che Red Bull possa presto tornare ad essere un effettivo contendente per il titolo.

In attesa di ufficialità si parla di un biennale da 20 milioni di euro, con un forte adeguamento economico, cifre pur sempre lontane dai circa 40 milioni a stagione dei top driver come Hamilton, Vettel e Alonso.

Tutti i siti Sky