Caricamento in corso...
16 giugno 2016

Seb: "La Ferrari non ha dimenticato come si vince"

print-icon
vet

Il 4 volte iridato carica la squadra prima del Gp d'Europa (foto Getty)

Vettel fiducioso alla vigilia del Gp di Europa sull'inedito circuito di Baku: "A Montreal siamo riusciti a mettere Hamilton sotto pressione. Il nostro obiettivo è avere un weekend senza intoppi"

"La Ferrari non è più abituata a vincere? Non sono d'accordo. Sono arrivato lo scorso anno e credo di essere in una squadra fortissima. E' la mentalità responsabile delle vittorie o meno, per mentalità abbiamo un team vincente". Dopo il secondo posto conquistato nel Gp del Canada, il pilota della Ferrari Sebastian Vettel crede nella competitività della propria vettura per la sfida nel Gp d'Europa a Baku dove la Rossa potrà ulteriormente testare i passi avanti fatti la scorsa settimana nei confronti della Mercedes. "Tutto il team vuole vincere ed è uno degli aspetti che mi rendono molto fiducioso sul fatto che ci riusciremo - prosegue il tedesco - Non serve solo una macchina abbastanza veloce, ci sono anche le persone che lavorano alla vettura, possiamo diventare i più forti".

 

Le prestazioni ci sono, ora evitare gli errori - Il 4 volte iridato è carico e ha fiducia che le prestazioni della Ferrari saranno vicine a quelle della Mercedes: "A Montreal siamo riusciti a mettere Hamilton sotto pressione perché avevamo la velocità, il nostro obiettivo è avere un weekend senza intoppi. Questa è una pista totalmente nuova, è entusiasmante, non vedo l'ora di partire". Un potenziale da sfruttare meglio, evitando errori: "Gli aggiornamenti, soprattutto al turbo, hanno fatto la differenza in Canada ma credo che sia stato il weekend pulito ad aiutarci, in quelli precedenti abbiamo un po' pasticciato, soprattutto nelle qualifiche, senza essere in grado di sprigionare il potenziale della macchina. Sabato - prosegue il 4 volte iridato - è stato positivo, ci siamo qualificati in una posizione all'altezza  della macchina e domenica non abbiamo avuto contrattempi. E' una pista in cui anche l'anno scorso eravamo stati positivi, per caratteristiche ci si addice ma credo che possiamo essere più forti ovunque".

Il circuito di Baku, novità assoluta - Per quanto riguarda l'inedito circuito di Baku, capitale dell'Azerbaijan, il secondo più lungo della Formula Uno, Vettel spiega: "Cerco di affrontare quello che mi aspetta senza farmi troppe  preoccupazioni, il circuito sembra entusiasmante, la curva 8 nella città vecchia sembra interessante, dal punto di vista degli standard  di sicurezza sembra che abbiano fatto tutto il possibile".

 

Tutti i siti Sky