Caricamento in corso...
02 luglio 2016

Austria, Hamilton è in pole. Hulkenberg-show

print-icon
ham

Lewis Hamilton ha conquistato la pole position in Austria (Foto Getty)

Il britannico della Mercedes davanti a tutti allo Spielberg: 1'07"922. Il tedesco della Force India fa una gran qualifica e chiude terzo, ma la penalizzazione di Rosberg lo porta al secondo posto. Il leader della classifica, invece, scatterà come settimo in griglia. Penalità anche per Vettel, che partirà nono con la sua Ferrari. Da sesto a quarto Raikkonen 

Lewis Hamilton ha conquistato in extremis la pole position del Gran Premio di Austria. Il pilota britannico della Mercedes ha chiuso l'ultima sessione di qualifiche (affrontata tra pista bagnata e asciutta) con il miglior crono assoluto di 1'07"922, staccando di mezzo secondo il compagno di squadra Nico Rosberg (1'08"465). Il tedesco, penalizzato di cinque posizioni in griglia per la sostituzione del cambio, scatterà però dalla settima posizione. La prima fila è invece completata dalla Force India del tedesco Nico Hulkenberg, giunto terzo. Stessa sorte di Rosberg toccherà al ferrarista Sebastian Vettel, che si è piazzato quarto in qualifica ma partirà solo dalla nona posizione in griglia dopo la  penalità che gli è stata inflitta per la sostituzione del cambio. Per i movimenti della classifica al termine della qualifica, chiude sesto e partirà quarto l'altro ferrarista Kimi Raikkonen. Settimo crono per Daniel Ricciardo (Red Bull), seguito da Valtteri Bottas (Williams), Max Verstappen (Red Bull) e Felipe Massa (Williams).

Eliminati - Erano rimasti fuori dalla lotta per la pole Esteban Gutierrez (Haas), Pascal Wehrlein (prima volta per la Manor nel Q2), Romain Grosejan (Haas) e Fernando Alonso (McLaren) oltre a Carlos Sainz e Sergio Perez, nemmeno scesi in pista dopo i problemi accusati nel Q1: il pilota della Toro Rosso ha dovuto fare i conti con la rottura del motore, per il messicano della Force India cedimento della sospensione. La prima manche aveva visto invece l'eliminazione delle Renault di Kevin Magnussen e Jolyon Palmer, Ryo Haryanto (Manor), Daniil Kvyat (Toro Rosso) - protagonista di un brutto fuori pista alla curva 9, anche lui per il cedimento della sospensione con bandiera rossa a 1'44" dalla fine - e le Sauber di Marcus Ericsson e Felipe Nasr.

Le terze libere - Era cominciato alla grande il sabato del austriaco per la Ferrari. Vettel, infatti, aveva chiuso davanti a tutti la terza e ultima sessione di prove libere con il tempo di 1:07.098. Subito dopo l'altra Rossa di Raikkonen (+0.136). Terzo Lewis Hamilton - che si era anche girato in pista - mentre l'altra Mercedes, quella di Rosberg, era stata messa fuori causa da un problema alle sospensioni: il tedesco era finito contro le barriere di curva 2. Il cedimento strutturale alle sospensioni posteriori ha compromesso anche il cambio della Freccia d'Argento di Nico e la sostituzione di questo, come detto, ne impone una penalità di cinque posizioni come per Vettel. 

Tutti i siti Sky