Caricamento in corso...
22 luglio 2016

Ungheria, sensori sui cordoli e nuovi team radio

print-icon
cor

Novità importanti sul circuito dell'Hungaroring: sensori sui cordoli (foto getty)

Novità importanti sul circuito dell'Hungaroring. Sulla pista sono stati inseriti dei sensori per controllare che le auto non vadano oltre la riga bianca con le quattro ruote. Inoltre, dopo il caso Rosberg, i piloti potranno essere avvisati dei pericoli con comunicazioni radio

La federazione ha dato alcune indicazioni e precisazioni sulle comunicazioni radio, dopo il caso Rosberg in Gran Bretagna. Il pilota potrà essere avvisato dei pericoli: auto danneggiata, detriti in pista, un altro pilota in difficoltà e quindi potenzialmente pericoloso, indicazioni dei commissari di gara per la condotta di gara del pilota e segnalazioni varie in pista (bandiere esposte o Safety car e virtual Safety car in azione). Per il resto è concesso dire al pilota che ha un problema (come nel caso specifico di Rosberg), quale problema ha, ma che deve rientrare ai box immediatamente per risolverlo o ritirarsi. È possibile comunicare al pilota di fare default ossia resettare tutto il sistema, non ottimizzarlo.

Nuovi cordoli - Sulla pista ungherese del Hungaroring non solo sono stati posizionati nuovi cordoli ma, per la prima volta nella storia della F1, sono stati affogati nell'asfalto dei sensori identici a quelli posizionati sulle piazzole di partenza. In quel caso i sensori servono per rilevare false partenze, in questo caso l’obiettivo è verificare in automatico che i piloti non vadano oltre la riga bianca con le quattro ruote, pena la cancellazione del tempo in qualifica o eventuali ammonizioni e sanzioni durante la gara.

Tutti i siti Sky