Caricamento in corso...
17 settembre 2016

Vettel: "Bisogna capire che è successo"

print-icon

Il pilota della Ferrari è stato eliminato nel Q1 nel sabato di qualifiche a Singapore. Rabbia e delusione: "Non sono certo contento, occorre fare in modo che non accada anche a Raikkonen". Il finlandese, 5° in griglia: "Spingere al limite non ha pagato"

"Non sono certo contento". Questo il lapidario commento a caldo di Sebastian Vettel dopo l'eliminazione nel corso della Q1 delle qualifiche del GP di Singapore per un problema forse alla barra antirollio posteriore. "L'avete visto che stavo girando su tre ruote e quindi non potevo andare più veloce e non ce l'avrei fatta" agginge il pilota tedesco della Ferrari scuro in volto.

"A questo punto per oggi è andata, domani la corsa sarà lunga e speriamo in qualche safety car. Avremo dei pneumatici nuovi ma non è certo una posizione ideale" afferma Vettel. "Qualcosa è successo e dobbiamo fare in modo di capire cosa e che non accada più e che non accada sulla vettura di Kimi".

Raikkonen: "Spingere al limite non ha pagato" - "Ho spinto un po' troppo nell'ultimo giro per migliorare ma sono andato largo e poi ho fatto un altro errore, mi sono un po' girato. La macchina era comunque piuttosto guidabile". Così Kimi Raikkonen dopo le qualifiche del Gp di Singapore, che ha chiuso con il quinto tempo. "Non avevo niente da perdere ma spingere al limite non ha pagato - ha proseguito il pilota della Ferrari - Comunque non è andata male, abbiamo fatto delle qualifiche discrete anche se non proprio come volevamo".

Il racconto da Singapore

Tutti i siti Sky