Caricamento in corso...
26 aprile 2010

Madre Natura: il calcio? Mi interessa solo per i calciatori

print-icon
mad

Madre Natura, ex nuotarice e ora star della tv

L'INTERVISTA. La splendida cubana Keila Guilarte Gonzales, statuaria presenza di “Ciao Darwin”, è una ex nazionale di nuoto sincronizzato. Giunta in Italia per amore, ci è rimasta. Non conosce il calcio, ma è affascinata da Amauri. GUARDA LA GALLERY

di Fabrizio Basso

Quando ha iniziato a nuotare?
"Sono stata nella nazionale di Santiago de Cuba per 10 anni. Ho iniziato che avevo 7 anni".

Oggi è più facile di un tempo fare sport a Cuba?
"Era veramente difficile uscire dal paese e poter diventare un’atleta conosciuto a livello mondiale. Ma era il mio sogno. Ora secondo me le cose stanno cambiando".

Conosce nuotatori italiani? E sportivi in generale?
"Pochi. Ho conosciuto Massimilano Rosolino e la squadra di nuoto sincronizzato italiano! Sono davvero bravissime!".

E’ tifosa di calcio? Il calciatore che più ammira?
"Di calcio conosco davvero poco. Ogni tanto sì lo guardo, ma per i calciatori! Il calciatore che più ammiro è Amauri, ma veramente non so nemmeno di quale squadra sia!".

Che rapporti ha con Cuba?
"E’ un paese fantastico, non avrei voluto nascere e vivere in nessun altro posto. Nella mia vita ho viaggiato molto, ma il mio resta il paese più bello del mondo! Incontri persone fantastiche sempre allegre e disponibili, ci sono sempre mille odori e mille colori: è una piccola isola ma ha in sé tutte le cose belle che si potrebbero volere".

La sua famiglia vive ancora là?

"Si, la mia famiglia è tutta lì, purtroppo. Mia mamma ha un B&B e mio papà un’agenzia di viaggi e non sarebbe giusto che lasciassero tutto per me. Sono felici là e io lo sono qua. Comunque li sento tutti i giorni".

Che situazione si respira, quanto è forte ancora il castrismo?
"Dipende anche da come si vivono certe situazioni o da chi si è e cosa si fa nella vita. Io non vivendo più làda anni, non ho vissuto il passaggio da Fidel al fratello Raul, ne ho solo sentito parlare quindi".

Che le hanno raccontato i suoi nonni dell'isolazionismo politico?
"Mia nonna era giovane e non mi ha mai raccontato molto...Forse i cubani sono sempre così allegri perché preferiscono non pensare alla loro situazione ma a cose molto più belle e divertenti. Però quello che penso io è che per i cubani è stato un peccato non poter conoscere né farsi conoscere dagli altri paesi: ora saremmo diversi e Cuba sarebbe diversa. In meglio naturalmente".

Quando e perché mai è venuta in Italia?
"La prima volta avevo 18 anni e l’ho fatto per amore. La storia è finita e io dopo un altro periodo a Cuba sono tornata in Italia".

Come è diventata Madre Natura?
"Ho partecipato a un casting, eravamo oltre  200 ragazze e tutte bellissime. Non pensavo di potercela fare e invece...".

Che rapporto ha con Bonolis e Laurenti?

"Buono. Mi aiutano sempre molto, spiegandomi sempre cosa devo fare e dire in trasmissione. Ma sono anche molto molto simpatici. come nella vita... Certo, sono però anche molto critica. Rivedo la puntata e spesso mi sembra ci siano cose che non andavano bene, che potevo modificare eccetera...".

E che cosa vorrebbe fare da grande?
"Mah, ancora non lo so, sono indecisa. Finché il fisico me lo permette continuo a fare la modella. E magari televisione. Non è un lavoro facile ma è divertente e anche se duro. Offre la possibilità di guadagnare bene"

E' fidanzata?
"Sono single, felice e serena. Se però incontro l’amore… ne riparliamo".

Tutti i siti Sky