Caricamento in corso...
28 aprile 2010

Paolo Rossi ironizza: "Milanisti, non portate sfiga"

print-icon
pao

Paolo Rossi è attore, comico e cantautore. Da trent'anni spazia dai club ai grandi palcoscenici, dal teatro tradizionale al cabaret, dalla televisione al tendone da circo. E' un grande tifoso dell'Inter (foto Kikapress)

In occasione del ritorno a teatro con "Il Mistero Buffo di Dario Fo (in versione pop)" il comico interista non vuole parlare di calcio: "Non oggi, alla vigilia delle sfide importanti non si può... Ci sono già i rossoneri che fanno gli auguri"

I GOL DELLA CHAMPIONS DA SKY SPORT

GIOCA A FANTACAMPIONI!

di Concetta Desando

“No, non parlo dell’Inter, non oggi. Stamattina ho incontrato quindici amici, tutti milanisti, che mi hanno fatto gli auguri per la Champions. Ma ci rendiamo conto? Gli auguri…” E’ un Paolo Rossi che si lascia trasportare più dalla scaramanzia che dalla passione nerazzurra quello che oggi ha presentato il suo ritorno a teatro con Il Mistero Buffo di Dario Fo (PS: nell’umile versione pop), una rivisitazione in chiave personale dello spettacolo del premio Nobel alla Letteratura.

Che il comico cabarettista avesse una passione sfegatata per la squadra di Mourinho è cosa risaputa, ma i riti del calcio vanno rispettati: prima degli incontri importanti deve regnare il silenzio assoluto. Una regola d’oro rispettata da ogni tifoso che attende con ansia la sfida delle sfide. Non una parola sulle possibili formazioni, non una battuta sulle squadre. Niente.

Così, mentre presenta lo spettacolo che è un omaggio all’amico e maestro Dario Fo, in scena al Piccolo Teatro Strehler dal 4 al 30 maggio, non c’è modo di strappargli da bocca una parola sulla squadra del cuore. “Non potrò neanche guardare la partita stasera – spiega il comico – perché sarò impegnato in una serata a Como. Già questa è una sofferenza. E poi ci si mettono i milanisti a portare sfiga”.

E non si sbilancia neanche sui singoli personaggi: “Balotelli? Mourinho? Non parlo delle persone, bisognerebbe conoscerli”. Dulcis in fundo, alla richiesta di un pronostico su Barça-Inter, spalanca gli occhi: “Ma no, assolutamente no”. E, con un gesto scaramantico, tipicamente pop, l’interista Paolo Rossi se ne va. E si giustifica: “Non scandalizzatevi, siamo a teatro. E, come diceva Brecht, nel teatro lo scandalo trova la sua giusta dimensione”.

Guarda anche
:
Scontro tra titani: Inter-Barcellona dalla A alla Z
Inter, Mourinho convoca tutti: ci sono Sneijder e Balotelli
"Remontada": Puyol, Messi e compagni ci mettono la faccia

Tutti i siti Sky