Caricamento in corso...
06 maggio 2010

Lory Del Santo: mi piace il Milan, ma mi spoglio per l'Inter

print-icon
lor

Lory Del Santo è una delle candidate per lo spogliarello in casa nerazzurra: le altre sono Melita Toniolo e Veridiana Mallmann (foto Kikapress)

L'INTERVISTA. La showgirl apprezza il fascino dei giocatori rossoneri, ma fa il tifo per i cugini. E per lo scudetto promette uno strip tease alternativo: "Costume intero ma sgambatissimo. Non c'è solo il fisico, conta l'ironia". GUARDA LA FOTOGALLERY

GUARDA I GOL DELL'INTER 

COMMENTA NEL FORUM DELL'INTER

INTER-ROMA, LA VOLATA SCUDETTO

di Concetta Desando

“Un po’ Milan e un po’ Inter. Perché, diciamoci la verità: l’Inter è sicuramente la squadra più forte ma quando il Milan schiera in campo Nesta, Beckham e Borriello è tutto un bel vedere”. Parola di Lory del Santo, combattuta tra la passione per il Diavolo e la fede nerazzurra: “La carne pende verso il Milan, la mente verso l’Inter. E se proprio mi devo spogliare, allora meglio farlo per i vincenti”.

Perché la signora della tv, passati i cinquanta, non ha alcuna intenzione di nascondere le sue grazie. Anzi, le mette in mostra per esprimere il suo spirito sportivo. “Mi candido per uno spogliarello in caso di scudetto all’Inter. Sarà una cosa divertente e sexy: nessun bikini mignon, ma un costume intero e sgambatissimo. Ma che avete capito? Lo faccio solo perché i costumi sgambati allungano la gamba!”. Non resiste alla nota ironica Lory del Santo, e proprio della simpatia fa la sua arma vincente: “Ecco, dovrebbero scegliermi come madrina della squadra perché sono simpatica, ironica e capace di far sorridere. Io soddisfo la sensualità mentale”. E in fatto di sensualità, la showgirl veneta sa il fatto suo: “Si può essere sexy e piacevole a qualsiasi età, pur non rimanendo completamente nudi”.

Un frecciatina alle altre candidate per lo strip tease? Non proprio. “Io farei anche uno spogliarello di gruppo – continua Lory - Del resto Melita Toniolo e Veridiana Mallmann, le altre aspiranti spogliarelliste, meritano di sfilare: la prima ha un posteriore decisamente niente male e la seconda è davvero molto bella”. Insomma, in caso di scudetto, i tifosi interisti saranno chiamati a prendere una decisione non facile: chi la spunterà tra Lory, Melita e Veridiana? Per il momento, le miss sportive si limitano ad andare allo stadio: “Che tifosa sono? Una di quelle pulite: non dico le parolacce, le trovo terrificanti. Ma le capisco: lo stadio è una sorta di liberazione per i tifosi, un luogo dove possono urlare e sbraitare senza pesare le parole. Per questo mi sembra esagerata tutta la polemica sul razzismo: ma quale razzismo! Allo stadio ogni parola è un’offesa, ma nessuno pensa realmente quello che dice”.

Infine, qualche parolina di riguardo per Mourinho: “È uno stratega, un furbastro attento ai dettagli. Ma è piacevolissimo: l’ho conosciuto a Los Angeles e smentisco la sua aria tenebrosa. Mou è una persona molto, molto carina”. E se lo dice Lory…

Guarda anche:
Melita va oltre: "Se l'Inter vince chiedo a Mou di sposarmi"

Tutti i siti Sky