Caricamento in corso...
27 luglio 2010

Prince di nome, vandalo di fatto: Boateng evita il tribunale

print-icon
kev

Guai in vista per il ghanese Kevin-Prince Boateng (foto ap)

Il centrocampista del Portsmouth e del Ghana doveva presentarsi mercoledì alla corte di Berlino per affrontare l'accusa di vandalismo, ma avendo pagato una pesante multa di 56 mila euro evita il processo. Stessa sorte per il compagno di bravata Ebert

SFOGLIA L'ALBUM DI GOSSIP&SPORT

Il centrocampista del Portsmouth e del Ghana, Kevin-Prince Boateng, con il pagamento di una multa di 56 mila euro ha evitato il processo per vandalismo che sarebbe dovuto iniziare mercoledì a Berlino.

Il giocatore ghanese sarebbe dovuto comparire davanti a un giudice con l'accusa di aver danneggiato, in una notte brava del marzo 2009, dodici auto e una moto insieme al suo ex-compagno di squadra Patrick Ebert. Quest'ultimo aveva pagato qualche settimana una multa di 56 mila euro mentre Boateng fino ad oggi si era sempre rifiutato, cambiando idea proprio il giorno prima del processo.

L'ALBUM DEI MONDIALI

Tutti i siti Sky