Caricamento in corso...
08 settembre 2010

Campioni in fuorigioco: se calcio e gossip vanno a braccetto

print-icon
sve

Sven Goran Eriksson con la ex compagna Nancy Dall'Olio (Getty Images)

Scandali sexy, relazioni pericolose. Poi escort, tradimenti, separazioni, figli più o meno legittimi, dicerie: dalle liaison di Eriksson a quelle di Asprilla, dal playboy Renato a Lentini ed Effenberg: piccola antologia di tanti scandali. GUARDA LE FOTO

Sfoglia l'album Gossip & Sport

Sfoglia l'album: i matrimoni dei campioni


di LORENZO LONGHI

Adesso tocca a Wayne Rooney, solo l'ultimo a cadere nella rete delle escort fatali per i matrimoni degli sportivi. Prima di lui, decine di altri: gli scandali sexy degli calciatori, per denaro o per amore (leggasi: tradimento) che siano, per i tabloid sono una manna. Così, quello che accade ovunque e in maniera trasversale a tutti gli strati sociali - le concessioni ai piaceri dell’eros o i precari equilibri relazionali delle coppie - nel mondo del calcio fa clamore. Onori e oneri della notorietà, quando i triangoli non avvengono solo sul prato verde.

Il gioco dura da decenni. Sven Goran Eriksson, ad esempio, nel campo è un maestro, se si pensa alla relazione con Nancy Dall’Olio condita con le scappatelle con la presentatrice Ulrika Jonsson e Faria Alam, ex segretaria della Fa inglese che, nello stesso periodo, era anche l’amante del capo della federazione, dunque datore di lavoro di Eriksson, Mark Palios. In Germania Oliver Kahn diede scandalo quando lasciò la moglie - incinta di otto mesi - per un’affascinante cameriera, Verena Kerth, a sua volta piantata poco dopo e sostituita dalla modella Giulia Siegel. L’ex viola Stefan Effenberg chiuse anni di matrimonio con la compagna Martina per sposare la moglie di un suo compagno di squadra nel Bayern, quel Thomas Strunz reso immortale dalla sfuriata tedesca di Trapattoni. Cornuto e mazziato, poveraccio. E se fa sorridere, oggi, lo scandalo che creò nell’Italia puritana anni ’60 la relazione fra Josè Altafini e Anna Maria Galli, allora moglie di Paolo Barison (per la cronaca: il rapporto fra il brasiliano e la donna, felicemente sposati, dura tuttora), molto fece parlare nel 1993 Gigi Lentini. Era all’apice della carriera quando un pauroso incidente stradale rischiò di ucciderlo, ma a fare scalpore fu un aspetto marginale: Lentini, quel giorno, rientrava dopo una serata passata con Rita Bonaccorso, ex compagna dello juventino Salvatore Schillachi, conosciuta quando Lentini era al Torino. Senza dimenticare il francese Jean François Larios, che perse la nazionale perché sospettato di avere un affaire con la moglie di Platini.

Poi ci sono quelli che, come Rooney, vanno oltre le scappatelle. Il brasiliano Garrincha, uno dei più grandi di sempre, resta nella storia anche per i 14 figli (quelli riconosciuti, almeno) avuti da cinque donne, mentre l’immenso Diego Armando Maradona fece clamore, oltre che per i festini nella Napoli di allora, per la relazione extraconiugale con Cristina Sinagra, da cui ebbe un figlio. Difficile dimenticare poi Renato Portaluppi, bomber brasiliano acquistato dalla Roma nel 1988. Non segnò mai in tutta la stagione, ma fuori dal campo non sbagliava un colpo. Non che facesse alcunché per nasconderlo: “A Roma ho avuto centinaia di donne - raccontò in un’intervista a Playboy, niente meno - e feci sesso anche nella toilette dell’aereo che mi portò per la prima volta in Italia”. Fra i nottambuli della capitale, c’è tuttora chi si ricorda di lui. Nel 1992 fu un altro sudamericano a fare notizia per il suo stile di vita: Tino Asprilla, colombiano del Parma, divorziò dalla moglie a seguito delle voci sulla storia con la sexy star Petra Scharbach, ma più in generale resta nel mito la sua passione per le donne. Tutte. Tanto che, dopo avere posato nudo per una rivista alcuni anni fa, spiegò che era il suo “regalo per le donne colombiane. Sperando che i mariti non ci rimangano male”.

Tutti i siti Sky