Caricamento in corso...
27 novembre 2010

Ecclestone: "Non c'era bisogno di picchiarmi"

print-icon
ecc

BERNIE ECCLESTONE. Il patron della Formula1 commenta l'aggressione subita

Il patron della Formula 1 racconta la disavventura avuta pochi giorni fa in uno dei quartieri più ricchi di Londra, smentendo poi la notizia secondo cui i rapinatori avrebbero fatto un bottino di 200 mila euro: "Non vado mai in giro con molti contanti"

Sfoglia tutto l'Album Gossip & Sport

F1: I 19 podi del Mondiale: le foto


Formula furto: Ecclestone malmenato e derubato a Londra

Bernie Ecclestone ha perso conoscenza per i calci alla testa sferrati dai giovani che lo hanno rapinato nel centro di Londra. È stato lo stesso patron della Formula 1 a raccontare la disavventura capitatagli mercoledì sera in un'intervista al Daily Express. Ecclestone, 80 anni, ha un occhio nero e ha ancora molti dolori per l'aggressione: "È stato del tutto stupido e gratuito, gli avrei consegnato tutto senza bisogno di picchiarmi". Alla sua fidanzata, la trentunenne Fabiana, sono stati strappati gli orecchini. Ma Ecclestone ha smentito che i rapinatori abbiano fatto un bottino di 200mila euro: "Non vado mai in giro con molti contanti, ne' con gioielli di valore".

GUARDA ANCHE:
L'ira dei tifosi della Ferrari. Petrov insultato su facebook
F1 2010, la gara decisiva di Abu Dhabi

Commenta nel Forum della F1

Tutti i siti Sky