Caricamento in corso...
23 marzo 2011

Bundesliga: torna a casa con due donne, la moglie le picchia

print-icon
bil

Gerald Asamoah e la moglie Linda. Una rissa in casa loro ha coinvolto altre due donne

La polizia interviene nell'abitazione di Asamoah, attaccante del St. Pauli, che per festeggiare la 300a partita in campionato pensa bene di non rincasare da solo. Ma sulla soglia ad aspettarlo c'è la consorte: voleva fargli una sorpresa, scoppia una lite

Sfoglia l'album di Gossip & Sport 1 e 2

Altri scandali sessuali nello sport: i casi Terry e Woods

La polizia tedesca ha annunciato di essere intervenuta in casa del calciatore Gerald Asamoah, ad Amburgo, in seguito a una rissa scoppiata fra tre donne, tra cui la moglie dell'attaccante del St. Pauli. La moglie di Asamoah - afferma il quotidiano Bild - si è azzuffata con un'altra donna e successivamente l'ha querelata. Secondo la polizia, nella vicenda il giocatore di origine ghanese, ex nazionale della Germania, è considerato un testimone.

Al termine della 300a partita giocata in Bundesliga, sabato scorso, il difensore è tornato a casa sua, ad Amburgo, in compagnia di due donne. Ma sua moglie - che vive assieme ai loro tre figli a centinaia di chilometri di distanza, nella Ruhr - aveva deciso di fargli una sorpresa e lo aspettava nell' appartamento. Le tre donne hanno cominciato a litigare e la moglie di Asamoah si è ferita ad una mano con un coltello.

Né il giocatore né il club hanno voluto oggi fare commenti. Gerald Asamoah è uno dei calciatori tedeschi più noti e apprezzati. Ha militato per 11 stagioni nello Schalke 04 ed è stato uno dei primi giocatori neri convocati in Nazionale. Si ricorda tra l'altro la sua partecipazione ai Mondiali del 2006 in Germania, che videro la sconfitta della Nationalmannschaft di Juergen Klinsmann in semifinale ad opera dell'Italia.

Commenta nel Forum di calcio internazionale

Guarda anche:
Calcio da Far West: "Mi hanno sparato, ho preso il Daspo"
Sputi e pugni, il calcio alla faccia del fair play - GALLERY
LegaPro, follia a Foggia: maxirissa per un fallo laterale

Succedeva nel 2009: maxirissa in campo, morì dopo un mese di coma

In panchina con un coltello, 5 anni di squalifica

Se questo è sport: non giocano per lutto, la Figc li punisce

Tutti i siti Sky