Caricamento in corso...
03 aprile 2011

Legrottaglie convocato: "Io, chiamato da Dio"

print-icon
nic

Nicola Legrottaglie, atleta di Cristo, torna a raccontare la sua storia di conversione religiosa in tv (Foto Getty)

Il giocatore del Milan torna a raccontare la sua storia di conversione religiosa: "Il Signore forse mi ha scelto per essere un testimone dei valori più sani del calcio". E sul sesso: "Una benedizione, se usata correttamente". GALLERY: GLI ATLETI DEVOTI

L'Album Gossip&Sport

"Dio mi diceva di mettere lui al primo posto e poi tutto il resto mi sarebbe arrivato" Nicola  Legrottaglie, il campione rossonero si racconta in una trasmissione di Mediaset e parla del suo incontro con Gesù e della sua conversione che ha cambiato radicalmente la sua vita.

"Io mi sono innamorato di Gesù e della Bibbia e quando l'ho incontrato ho pensato che un amore così grande non potevo tenerlo tutto per me, sarei stato un egoista. A volte -dice Legrottaglie- il calcio viene usato per esempi sbagliati, e forse Dio mi ha chiamato per essere un testimone nel calcio di questi valori".

A proposito dell'atto sessuale e di come sia cambiato il suo  rapporto con le donne, dichiara: "Il sesso è una benedizione di Dio e, se usata correttamente, se ne può godere a 360°. Non va usato in modo superficiale e bisogna seguire quello che Dio ha detto. Io sto  praticando l'astinenza perché voglio aspettare la donna giusta. Io mi fido di Dio e non seguo il mio istinto perché mi affido a lui e non agli uomini; so che quell'unione che avrò con mia moglie sarà a 360°."

Guarda anche:
Mourinho unto dal Signore: "Dio ha un'ottima opinione di me"

Commenta nei Forum

Tutti i siti Sky