Caricamento in corso...
22 febbraio 2012

Valentina, tacchi e pick & roll: modella col basket in testa

print-icon

Ventenne riminese, Valentina Viola Vignali è tra le più cliccate sul web. Gioca a pallacanestro e sfila in passerella: "Passioni forti, come la mia Fortitudo e Kobe". Concorsi, una comparsata in un film e un sogno: "Fare l'attrice comica". FOTO E VIDEO

FOTO - l'album di Gossip&Sport

di ALFREDO ALBERICO
da Bologna

"Dodici anni fa pensavo solo alla danza. Poi, all'improvviso, mi sono ritrovata altissima e papà mi ha portata a fare un allenamento di pallacanestro. Credetemi, è stato un colpo di fulmine". Valentina Vignali, vent'anni, oggi modella tra le più cliccate sul web, racconta così il suo primo incontro ravvicinato con il basket. Romagnola, 183 centimetri di bellezza esplosiva ed ex Cervia in Serie A2, nel 2010 è stata anche vice campionessa d'Italia under 19. Valentina corre così veloce che in poco tempo è passata dal parquet alla passerella. Una parabola professionale percorsa qualche anno fa anche da Ilaria Capponi, playmaker che nel 2007 lasciò il segno alle finali di Miss Italia. Per Valentina, invece, che ama giocare sempre all'attacco e ha in Kobe Bryant il suo idolo, le sfilate sono arrivate casualmente: "E' stata un'amica di famiglia a propormi di partecipare a un concorso, uno dei tanti organizzati in Riviera. L'ho vinto e questo pian piano è diventato il mio lavoro".

Nel 2010 anche una comparsata in un film di Carlo Vanzina ("L'ultima sfilata"). Il suo grande sogno parte proprio da qui: "Voglio studiare recitazione per provare a diventare un'attrice.  Comica magari. Strano? Non per una che adora Jim Carrey. Lo trovo straordinario, come straordinario sarebbe poter fare anche televisione. Presentatrice, ma sempre con un taglio ironico che credo mi si addica molto".

Una risata, però, non seppellirà mai il basket, suo primo amore: "Ora sono ferma perché è piuttosto difficile conciliare gli impegni sportivi con il resto. E non sono nemmeno mancati problemi con l'ultima società dove ho giocato. La palestra non mi basta, considero la pallacanestro una porta ancora aperta". Passione vera, dunque, sbocciata nella sua Rimini, quando seguiva le partite della Crabs, e in seguito alimentata dalla Fortitudo Bologna. "Una delle mie ex compagne di squadra -racconta- è una grande tifosa della Fortitudo e mi ha contagiata. Viviamo un momento difficile in LegaDue, come difficile è la rifondazione. Ma non ho dubbi, presto torneremo grandi". Perché per Valentina Vignali, vent'anni vissuti a cento all'ora tra tacchi e pick and roll, nulla sembra impossibile.

Guarda anche:
Una donna al comando: Margarita, la Zarina dell'Om

Tutti i siti Sky