Caricamento in corso...
25 aprile 2012

Prandelli e i gay: "Stupisce il clamore sulle mie parole"

print-icon

"Il mondo del calcio non è fuori dalla società, non è fuori dal mondo: è nel mondo. Ogni persona deve avere il diritto di amare chi vuole". Il ct azzurro risponde in merito alle reazioni alla sua prefazione del nuovo libro di Cecchi Paone e Pagano

"Stupisce quando fa clamore una notizia che non dovrebbe essere notizia; quando uno parla d'amore, quando si parla di sentimenti, ogni persona deve avere il diritto di poter essere libero di amare chi vuole". Lo ha detto il ct della Nazionale, Cesare Prandelli, rispondendo a Firenze alle domande dei giornalisti in merito alle reazioni alla sua prefazione del nuovo libro di Alessandro Cecchi Paone e Flavio Pagano Il campione innamorato. Giochi proibiti dello sport.

"Il mondo del calcio non è fuori dalla società - ha aggiunto Prandelli -, non è fuori dal mondo: è nel mondo". Il ct oggi ha partecipato, assieme al sindaco di Firenze Matteo Renzi (che si è detto "d'accordo con il mister, come quasi sempre accade"), nel Giardino dell'Orticoltura a Firenze all'inaugurazione di un monumento alla solidarietà: si tratta del colorato taxi Milano 25 di Caterina Bellandi, che ha trasportato migliaia di bambini malati e che da oggi viene sostituito da Luca's Cab, un altrettanto colorato taxi in stile londinese. "Caterina è una persona straordinaria - ha sottolineato Prandelli -. Quando c'è sentimento, quando c'è amore, non bisogna avere paura dei propri sentimenti e bisogna rispettare ogni forma d'amore. Questa è una forma d'amore".

Tutti i siti Sky